FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Usa, giubbotti antiproiettili agli studenti che devono iniziare il liceo

Pensylvania: “Non vogliamo spaventare gli studenti, ma vogliamo evitare che la nostra sia quella scuola su mille in cui si verifica una sparatoria” ha detto la preside di una scuola in Pennsylvania.

usa, florida, parkland, sparatoria, scuola
-afp

Dopo le sempre più frequenti stragi nelle scuole americane, Donald Trump ha proposto di armare il personale scolastico e alzare a 21 anni l'età minima per acquistare alcuni tipi di armi. Non abbastanza, evidentemente, per un piccolo imprenditore di Chadds Ford, a pochi chilometri da Filadelfia, che ha deciso di fare un insolito regalo non solo alla figlia ma anche a tutti i suoi compagni dell'ultimo anno delle "medie": un giubbotto antiproiettile.

Nello zaino, il primo giorno di liceo, accanto ai libri e al sacchetto della merenda, i ragazzi potranno così inserire una protezione definita “kids friendly” dall'azienda produttrice . L'inaspettato omaggio è stato consegnato durante la cerimonia di diploma e introdotto dal discorso del presidente della società stessa, secondo cui “è triste che i tempi abbiano richiesto l'invenzione di un prodotto del genere, ma noi non potevamo che rispondere”.

Una scelta definita “triste” ma necessaria anche da una studentessa che ha detto in tv di sentirsi più sicura ora. La preside le fa eco: "Non vogliamo spaventare gli studenti, ma vogliamo evitare che la nostra sia quella scuola su mille in cui si verifica una sparatoria".

I numeri - Dall'inizio del 2018 si sono verificate già trenta sparatorie in diversi istituti scolastici degli Usa. Dopo la strage di San Valentino, in cui uno studente di 19 anni ha imbracciato un fucile e ucciso 17 persone nel liceo di Parkland in Florida, il sentimento di paura tra genitori e ragazzi è cresciuto in maniera esponenziale. Il 57% degli adolescenti americani e il 63% dei genitori - secondo un sondaggio del Pew Institute – sarebbe preoccupato da eventuali sparatorie a scuola. Molti di loro hanno addirittura ritirato i figli dalle classi, scegliendo di far proseguire loro gli studi a casa. Mentre l'azienda “Bullet Blocker” ha fatto sapere che dopo la strage in Florida ha registrato una crescita di richieste del 300%.