FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, l'attacco di Joe Biden: "Insegnanti e infermieri hanno pagato più tasse di Trump"  | Il tycoon: "Pago milioni e ho molti crediti"

Il candidato democratico alla Casa Bianca cavalca lo scoop del Nyt che pubblica un report sulle poche tasse versate dal presidente americano

joe biden, nomination

Joe Biden attacca Donald Trump dopo lo scoop del New York Times secondo cui il presidente Usa non avrebbe pagato tasse federali per 10 anni versando solo 750 dollari nel 2016 e nel 2017. "Gli insegnanti hanno pagato 7.239 dollari, i pompieri 5.283, le infermiere 10.216 dollari. Donald Trump ha pagato 750 dollari": è quanto recita un post condiviso su Twitter dal candidato democratico alla Casa Bianca. 

Il candidato dem ha ritwittato un post del suo team, che è già stato visualizzato oltre 2,3 milioni di volte. Lo scoop del Nyt mette in crisi l'immagine del tycoon come uomo d'affari accorto e patriottico, e porta alla luce una serie di perdite finanziarie e proventi dall'estero in conflitto con le sue responsabilità di presidente. La notizia rischia di danneggiare anche il sostegno della classe media al magnate, dei cui interessi Trump si e' fatto spesso paladino. Secondo i dati dell'Internal Revenue Service, il servizio delle entrate del governo federale, nel 2017 un lavoratore medio ha pagato circa 12.200 dollari: ben 16 volte di più della somma versata da Trump. La notizia è arrivata a due giorni dall'atteso dibattito che vedrà il tycoon affrontare in tv il rivale democratico Joe Biden. Parlando in una conferenza stampa alla Casa Bianca, Trump ha liquidato il rapporto come una "fake news", ha affermato di aver pagato le tasse, e ha promesso poi di rivelare tutte le informazioni necessarie, anche se non ha fornito una tempistica certa.

 

 

Trump: "Ho pagato milioni di tasse ma ho diritto a crediti" - "I media fake news, proprio come nel periodo elettorale del 2016, sollevano contro di me la questione delle tasse e ogni sorta di assurdità con informazioni ottenute illegalmente e solo con cattive intenzioni. Ho pagato molti milioni di dollari in tasse ma avevo il diritto, come chiunque altro, all'ammortamento e ai crediti fiscali": lo twitta Donald Trump in replica allo scoop del New York Times sulle sue dichiarazioni dei redditi degli ultimi 15 anni. 

 

 

Biden incassa l'endorsement del Washington Post - E in attesa del tanto atteso primo dibattito tv, il candidato dem affila le armi e incassa anche l'endorsement del Washington Posto. L'editorial board ha dato il proprio appoggio a Biden descrivendo l'ex vice presidente come ben qualificato "per affrontare le sfide scoraggianti che la nazione dovrà affrontare nei prossimi quattro anni". In un editoriale, la redazione ha criticato più volte Donald Trump, scrivendo che "l'esempio negativo del presidente ha dimostrato quanto siano essenziali in un presidente la dignità, l'empatia e il rispetto per gli altri esseri umani". Il board ha aggiunto che Trump ha ottenuto "pochi risultati" nel suo primo mandato e non ha "nessun programma per il secondo". "La democrazia è a rischio, in patria e in tutto il mondo. La nazione ha un disperato bisogno di un presidente che rispetti i suoi dipendenti pubblici, difenda lo Stato di diritto, riconosca il ruolo costituzionale del Congresso e lavori per il bene pubblico, non per il suo vantaggio privato", ha affermato il board. "Altrettanto disperatamente, ha bisogno di un presidente con il know-how e l'esperienza per dimostrare che valori e risultati possono andare insieme. E' una fortuna avere, in Joe Biden, un candidato che puo' guidare un'amministrazione onorevole e di successo", ha concluso.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali