FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

TEMPO REALE

Ucraina, il Pentagono annuncia nuove armi a Kiev per un miliardo di dollari | Onu: assistenza umanitaria per 17,7 milioni di persone

Media: "La Russia brucia il gas che non manda in Europa". Il Cremlino: "Incontro Putin-Zelensky? Non ci sono i presupposti". E per Medvedev "Mosca cercherà la pace alle sue condizioni"

Prima nave col grano ucraino partita da Odessa: ispezionata in Turchia

La guerra in Ucraina è giunta al 166esimo giorno.

Il Cremilino respinge la possibilità di un incontro tra il presidente Putin e Zelensky: "Non ci sono i presupposti". L'ex presidente russo Medvedev dice alla Tass che Mosca "cercherà la pace alle sue condizioni". Intanto il Pentagono annuncia un nuovo pacchetto di armi all'Ucraina da un miliardo di dollari, mentre secondo i media internazionali la Russia sta bruciando il gas che non esporta in Europa. Secondo l'Onu, l'invasione russa ha messo 17,7 milioni di ucraini nella condizione di chiedere assistenza umanitaria.
  • 08 ago

    Ucraina, Biden: maggiore invio di armi da inizio guerra

    "Gli Stati Uniti hanno autorizzato il più grande pacchetto di assistenza alla sicurezza per l'Ucraina sino a oggi". Lo ha scritto su Twitter il presidente americano, Joe Biden, a proposito dell'invio di nuove armi a Kiev per un totale di 1 miliardo di dollari. "In questo pacchetto ci sono altre munizioni, armi e attrezzature che aiuterà gli ucraini a soddisfare le loro esigenze di sicurezza e a difendere il loro Paese", ha sottolineato.

  • 08 ago

    Onu: 17,7 milioni di persone hanno chiesto assistenza umanitaria

    Le ostilità dall'inizio dell'invasione russa del 24 febbraio hanno messo 17,7 milioni di ucraini (un quarto della popolazione) nella condizione di chiedere assistenza umanitaria, con un aumento di circa 2 milioni di persone rispetto agli ultimi dati di aprile. Lo riferisce il coordinatore umanitario per l'Ucraina Denise Brown, citando l'ufficio delle Nazioni Unite nel Paese.

  • 08 ago

    Cina, +22,2% export verso la Russia a luglio: +49,3% import

    Le esportazioni cinesi verso la Russia sono cresciute su base annua del 22,2% a luglio (-17% a giugno), per la prima volta in cinque mesi, a fronte di importazioni che hanno mantenuto un ritmo elevato del 49,3% a luglio (meno del 56% di giugno e del 79,6% di maggio), secondo i dati diffusi domenica dalle Dogane cinesi. La Russia è una delle principali fonti di petrolio, gas, carbone e materie prime agricole per la Cina. Nel mezzo della guerra in Ucraina, Mosca è stata il principale fornitore di greggio per Pechino a maggio e a giugno grazie ai prezzi a forte sconto offerti. Tuttavia, le forniture di petrolio caricate dai porti russi verso la Cina sono scese a luglio a 21,3 milioni di barili, il livello più basso da febbraio.

  • 08 ago

    Mosca sospende ispezioni Usa in ambito New Start

    La Russia ha deciso di sospendere temporaneamente le ispezioni Usa ai suoi siti nell'ambito del trattato New Start per la limitazione delle armi nucleari. Lo ha annunciato il ministero degli Esteri citato dalla Tass. Nella nota si aggiunge che Mosca continua a rispettare tutti i limiti posti dal trattato, che scadrà nel 2026, ma si riserva di riprendere le ispezioni da "posizioni più realistiche". Il New Start è l'unico trattato sugli armamenti nucleari tra Usa e Russia ancora in vigore. 

  • 08 ago

    Ucraina, Usa annunciano altre armi per 1 miliardo di dollari

    Il Pentagono ha annunciato un nuovo pacchetto di armi all'Ucraina da 1 miliardo di dollari.

  • 08 ago

    La Banca mondiale stanzia altri 4,5 miliardi di aiuti

    La Banca Mondiale ha stanziato un nuovo pacchetto di aiuti all'Ucraina per un totale di 4,5 miliardi di dollari. Lo riferisce l'istituzione in una nota.
     

  • 08 ago

    Media: la Russia brucia il gas che non manda in Europa

    "La Russia sta bruciando il gas in eccesso che non esporta nei Paesi europei". Lo riporta El Mundo citando la televisione finlandese Yle, secondo cui le immagini satellitari del sistema di monitoraggio degli incendi della Nasa mostrano le fiamme nella stazione di compressione di Portovaya, di proprietà di Gazprom. Il servizio della Nasa mostra incendi non dichiarati vicino alla stazione di Portovaya da metà giugno, cioè dal momento in cui - ricorda il media spagnolo - sono state limitate le consegne del Nord Stream 1.

  • 08 ago

    Mosca: 250 soldati ucraini uccisi in 3 raid

    Circa 250 soldati ucraini sono stati uccisi in tre raid aerei russi condotti nella regione di Kharkiv, nel nord dell'Ucraina, e in quelle meridionali di Kherson e Mykolaiv, secondo quanto affermato dal ministero della Difesa di Mosca. Il portavoce Igor Konashenkov, citato dalle agenzie russe, ha detto che 150 effettivi della 92/a Brigata meccanizzata e del 122/o Battaglione sono stati uccisi in un bombardamento con missili lanciati da aerei su basi nella regione di Kharkiv. Altri 70 soldati, secondo la stessa fonte, sono morti in attacchi nella regione di Kherson e 30 in quella di Mykolaiv. 

  • 08 ago

    Kiev: Mosca bombarda Zaporizhzhia per causare blackout elettrici

    Le forze russe vogliono causare blackout elettrici nel sud dell'Ucraina bombardando il complesso nucleare di Zaporizhzhia. Lo ha detto l'ambasciatore di Kiev presso l'organo di controllo nucleare dell'Aiea Yevhenii Tsymbaliuk, che ha chiesto una missione internazionale all'impianto entro questo mese. "Useremo tutti i canali diplomatici possibili per avvicinare l'Aiea e le Nazioni Unite alla conduzione di questa missione", ha detto, secondo quanto dice Sky News. "Ne abbiamo davvero bisogno con urgenza, il prima possibile, direi non oltre la fine di questo mese", ha aggiunto. 

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali