FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Ucraina, il ministro dell'Interno: "Sventato tentativo di creare disordini" | Diversi arresti

Previsto un colloquio tra il ministro degli Esteri russo, Lavrov, e il segretario di Stato Usa, Blinken, ma gli Usa avvertono: "Pronta la lista di personalità russe da sanzionare"

Le forze di sicurezza ucraine hanno arrestato un gruppo di persone che, secondo Kiev, preparavano una sommossa nella capitale. Lo annuncia il ministro dell'Interno Denys Monastyrsky citato da Interfax. Le autorità stanno lavorando per individuare "i mandanti e i beneficiari", in particolare per stabilire se vi sia un legame con i servizi russi. Secondo il ministro erano state preparate manifestazioni di piazza a Kiev durante le quali sarebbero dovuti scoppiare disordini "per destabilizzare la situazione".

Secondo le autorità ucraine, il gruppo prevedeva di radunare fino a 5mila persone, "di cui 1,5 mila agenti mercenari titushki, che avrebbero dovuto organizzare scontri con le forze dell'ordine". Per il ministro Monastyrskyi nel piano era compreso il dare fuoco agli pneumatici delle auto, utilizzare estintori e fuochi d'artificio.

 

Martedì colloquio tra Lavrov e Blinken

Il ministro degli Esteri russo Lavrov e il segretario di Stato Usa Antony Blinken avranno martedì un colloquio telefonico. Lo riferisce il ministero russo citato dalla Tass. 

 

 

Gb verso legge per congelamento beni società russe vicine a Putin

Il dossier Ucraina vede coinvolti sempre più Stati. La Gran Bretagna sta preparando una legge per il congelamento dei beni di società e cittadini russi "di importanza strategica" nel sistema di potere moscovita, da attivare in caso di invasione russa dell'Ucraina. Lo scrive il Times. Oltre al congelamento degli asset degli oligarchi russi più vicini al Cremlino, il progetto di legge promosso dal governo prevederebbe la revoca dei visti emessi a favore dei dirigenti delle aziende russe nel mirino.  

 

 

Usa: "Pronta la lista di personalità russe da sanzionare"

E dopo Londra, anche gli Usa e alleati hanno pronta una lista di personalità russe vicine a Putin da colpire con sanzioni economiche se la Russia dovesse invadere l'Ucraina. Lo rende noto un esponente dell'amministrazione Biden. Le personalità comprese nella lista, ha spiegato l'esponente Usa secondo quanto si legge sul Guardian,
"svolgono un ruolo nel processo decisionale del governo o sono almeno complici della condotta destabilizzante del Cremlino", e rappresentano obiettivi sensibili per i loro profondi legami
finanziari con l'Occidente. 

 

 

Mosca: "Se Gb imporrà sanzioni reagiremo" Non si è fatta attendere, ovviamente, la risposta russa all'ipotesi di una legge "anti-Putin" inglese.  "Il ministro degli Esteri britannico ha parlato di sanzioni, l'attacco di un singolo Paese alle aziende russe naturalmente implica misure di ritorsione. Queste saranno formulate soltanto considerando i nostri interessi, sulla base dei nostri interessi, se necessario", ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, commentando le eventuali sanzioni britanniche legate alla questione ucraina.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali