LA GIORNATA IN TEMPO REALE

Ucraina, Zelensky invita Xi e Biden al vertice di pace in Svizzera | Medveded: "Se gli Usa attaccano obiettivi russi sarà guerra mondiale"

Dure critiche nei confronti del segretario Nato Stoltenberg che ha auspicato che gli alleati tolgano il divieto di utilizzare le armi inviate dall'Occidente per colpire obiettivi in territorio russo

di Redazione online
26 Mag 2024 - 18:25
LIVE
Ultimo aggiornamento: 17 giorni fa

La guerra in Ucraina giunge al giorno 823. Critiche sul segretario generale della Nato Stoltenberg che aveva invitato gli alleati a togliere il divieto per Kiev di usare le forniture militari atlantiche in territorio russoSecca la reazione russa: per Medved "colpire i nostri obiettivi da parte degli americani significa iniziare una guerra mondiale". I russi, intanto, continuano il loro "assedio" a Kharkiv, colpendo anche un ipermercato in una zona residenziale e provocando almeno 12 morti e decine di feriti. Secondo Zelensky, "all'interno c'erano 200 persone". Il presidente ucraino ha invitato Biden e Xi Jinping a partecipare al vertice di pace in Svizzera.


"Oggi l'esercito russo ha continuato a bombardare la regione del Donetsk, uccidendo tre persone e ferendone altre due". Lo ha riferito su Facebook la procura regionale, scrive Ukrinform, precisando che "gli occupanti hanno bombardato la citta' di Siversk, dove è morta una donna di 86 anni nel cortile di casa sua. La seconda vittima nella città di Chasiv Yar: un uomo di  42 anni. Una donna è invece rimasta ferita". La terza vittima si è registrata a "Krasnohorivka, dove è stato ucciso un uomo di 46 anni e un uomo di 66 anni è rimasto ferito".


"Chi parla e si comporta come Putin non vuole la pace, ma andrà avanti. Ed è per questo che è così importante sostenere costantemente l'Ucraina e rafforzare la nostra capacità di difesa, perché se dobbiamo mantenere la pace nel nostro continente, allora dobbiamo investire nella difesa". Lo ha detto la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen. "Ci sono due modi per finanziare gli investimenti nella difesa, o con contributi nazionali al bilancio Ue o le risorse proprie europee. Entrambi sono stati sperimentati", ha sottolineato.


Gli Stati Uniti parteciperanno alla conferenza di pace in Ucraina, organizzata in Svizzera il mese prossimo, ha detto oggi un funzionario americano citato dall'agenzia Reuters. Il funzionario non ha però precisato chi rappresenterà gli Usa e a quale livello. Il funzionario ha risposto a una domanda sull'appello rivolto oggi dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky al presidente degli Stati Uniti Joe Biden e al leader cinese Xi Jinping. "Per favore, mostrate la vostra leadership nel portare avanti la pace, la vera pace e non solo una pausa dei raid", aveva detto Zelensky in un messaggio video in inglese in cui ha invitato i presidenti americano e cinese a partecipare alla conferenza.


"La Lega è pronta a depositare un ordine del giorno o una interrogazione finalizzate a censurare le parole di guerra del Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. Primo firmatario, Claudio Borghi". Lo fa sapere in una nota il partito.


"Non so perché il segretario Nato Stoltenberg dica una cosa del genere, penso che bisogna essere molto più prudenti, fermo restando che la Nato deve mantenere la sua fermezza. Sono molte le dichiarazioni discutibili. Ricordo Macron. Io consiglio maggiore prudenza. È importante che la Nato continui a mantenere il sostegno all'Ucraina per raggiungere la pace". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giorgia Meloni.


"Colpire i nostri obiettivi da parte degli americani significa iniziare una guerra mondiale, e un ministro degli Esteri, anche di un Paese come la Polonia, dovrebbe capirlo". Lo scrive su X Dmitrij Medvedev, numero due del Consiglio di sicurezza di Mosca, replicando ad un intervista di ieri del ministro polacco al Guardian, all'indomani anche delle parole del segretario generale della Nato Stoltenberg che ha invitato gli alleati a togliere il divieto per Kiev di usare le forniture militari atlantiche in territorio russo.


"Stoltenberg o ritratta o chiede scusa o si dimette". Così il segretario della Lega Matteo Salvini a Napoli sulle dichiarazioni del segretario generale della Nato sulla possibilità di autorizzare l'Ucraina a usare sul territorio russo le armi fornite dall'Alleanza. "Perché per parlare di guerra - aggiunge - per parlare di usare le bombe o i missili o le armi italiane che abbiamo mandato all'Ucraina per difendersi sul suo territorio invece per combattere, colpire e uccidere fuori dal suo territorio, può farlo non in nome mio, non in nome della Lega, non in nome del popolo italiano".


"Noi non vogliamo che siano utilizzate le armi inviate dall'Italia al di là dei confini dell'Ucraina, e controlliamo l'utilizzo di tutto il materiale militare. Quindi, voglio ribadire che noi non siamo in guerra con la Russia, non mandaremo neanche i nostri soldati a combattere in territorio ucraino. Siamo però per difendere il diritto all'indipendenza dell'Ucraina". Lo ha detto a Bari il vicepremier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se le parole del segretario generale della Nato, Jens Stoltenber, rischiano di innescare un'esclatation.


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha invitato il presidente americano Joe Biden e quello cinese Xi Jinping a partecipare al vertice di pace in Svizzera.


"Non esiste un segretario Nato o una nazione che decide la linea per tutte le altre". Lo spiega il ministro della Difesa, Guido Crosetto, in un'intervista a La Stampa dove commenta l'invito del segretario generale della Nato, Stoltenberg a porre fine al divieto di usare armi per colpire obiettivi militari in Russia, sottolineando che "vale per Stoltenberg. Ma vale anche per Macron, quando ha detto 'Manderemo i nostri soldati in Ucraina'".


Massiccio attacco russo sull'Ucraina la notte scorsa, con 14 missili - di cui due ipersonici Kinzhal - e 31 droni: lo ha reso noto su Telegram l'Aeronautica militare di Kiev, secondo cui le forze di difesa ucraine hanno abbattuto 12 missili da crociera X-101/X-555 e tutti i 31 droni kamikaze Shahed-131/136.


Dodici persone sono state uccise e 43 ferite nell'attacco russo contro un ipermercato a Kharkiv. Lo ha riferito l'ufficio del procuratore regionale, secondo quanto riporta il Kyiv Independent. Dieci dei corpi rimangono non identificati. In un post su Telegram, il governatore Oleh Syniehubov Syniehubov ha detto che due bombe russe hanno colpito l'edificio, provocando un incendio di 15.000 metri quadrati.


"La Cina afferma di voler mantenere buoni rapporti con l'Occidente. Allo stesso tempo, Pechino alimenta la guerra in Europa. Non si possono avere entrambe le cose". Lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in un'intervista all'edizione domenicale del quotidiano tedesco Welt. "C'è un chiaro aumento delle vendite di parti di macchinari, microelettronica e altre tecnologie che Mosca utilizza per produrre missili, carri armati e aerei da utilizzare contro l'Ucraina", ha aggiunto Stoltenberg. In questo modo, la Cina sta mettendo a repentaglio la cooperazione con i Paesi occidentali, scrive il giornale.


Il presidente americano Joe Biden è tornato a parlare senza mezzi termini del presidente russo Vladimir Putin, definendolo un "tiranno brutale", e attirandosi così le ire di Mosca. L'ambasciatore russo a Washington, Anatoly Antonov, considera questo comportamento "inaccettabile" per qualsiasi politico responsabile, e soprattutto per il leader degli Stati Uniti, riporta l'agenzia di stampa statale Ria Novosti.


La coordinatrice umanitaria dell'Onu per l'Ucraina, Denise Brown, ha condannato l'attacco russo contro un centro commerciale di Kharkiv definendolo "assolutamente inaccettabile". "Sono sconvolta e scioccata dalle terrificanti notizie che arrivano da Kharkiv", si legge in un messaggio pubblicato sul sito dell'Onu: "Gli attacchi delle forze armate della Federazione russa contro i civili e le infrastrutture civili devono finire - ha concluso -. Dirigere intenzionalmente un attacco contro infrastrutture civili è severamente vietato dal diritto internazionale umanitario. I civili devono essere protetti".


Joe Biden ha ribadito il suo "no" all'invio di soldati americani in Ucraina. Il presidente americano ha però anche detto che il lavoro svolto per equipaggiare e addestrare le forze ucraine ha "fermato la sfacciata visione" del presidente russo Vladimir Putin sull'Europa.


Le forze russe avrebbero occupato il villaggio di Umansk, nel Dontesk. Lo riporta Ukrainska Pravda, citando gli analisti di Deepstate. "Il nemico ora avanza verso Ivanovka".


Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri