LA GIORNATA IN TEMPO REALE

Guerra in Ucraina, Mosca fa arrestare generale che criticò andamento conflitto | Kiev: "Occidente abbatta i missili russi dal suo territorio"

Medvedev: "Zelensky usurpatore, è un obiettivo militare legittimo". Non accenna a fermarsi l'avanzata delle truppe russe

di Redazione online
21 Mag 2024 - 17:37
LIVE
Ultimo aggiornamento: 26 giorni fa

La guerra in Ucraina è giunta al giorno 818. Mosca fa arrestare un generale che criticò la conduzione del conflitto. Kiev chiede all'Occidente maggiore impegno: "Abbatta i missili russi dal suo territorio". Proseguono gli attacchi russi su Kharkiv, bombardata con droni. Un "usurpatore" e un "obiettivo militare legittimo" per la Russia. Questo, secondo l'ex presidente Dmitry Medvedev, è ormai Volodymyr Zelensky, che conclude il suo mandato da presidente ucraino senza che si siano potute tenere le elezioni per una sua riconferma o per la scelta di un successore a causa della legge marziale. 


La Russia annuncia esercitazioni con armi nucleari tattiche vicino all'Ucraina. Lo conferma l'esercito. Le esercitazioni nucleari vicino al confine con Kiev sono una risposta alle "minacce" dell'Occidente. 


L'Ucraina propone che gli alleati occidentali abbattano i missili russi dal loro territorio. "Non c'è nessun argomento legale, di sicurezza o morale che impedisca ai nostri partner di abbattere i missili russi al di sopra del territorio ucraino a partire dai loro territori", ha detto il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba in una conferenza stampa con la collega tedesca Annalena Baerbock a Kiev.
 


Un generale russo, Ivan Popov, che aveva criticato la conduzione del conflitto in Ucraina, lamentando la carenza di rifornimenti, è stato arrestato con l'accusa di frode. Lo scrive l'agenzia Tass.


L'Italia, con Slovacchia, Austria e Ungheria, è tra i Paesi Ue che entro la fine dell'anno dovrà trovare alternative al gas russo. "Ci sono tre o quattro Stati membri che attualmente ricevono il gas" russo "attraverso il transito dall'Ucraina", ha confermato durante il briefing con la stampa il portavoce della Commissione europea responsabile per le questioni energetiche, Tim McPhie, rispondendo a una domanda sull'accordo trilaterale sul transito del gas russo attraverso la rotta ucraina. L'accordo scadrà alla fine di quest'anno e la Commissione Ue ha chiarito che non intende rinnovarlo oltre. 


"La Russia non ha ancora vinto, c'è stata qualche avanzata, ma non credo sia nelle condizioni di avanzare ancora di più: dopo la guerra si dovrà aprire il negoziato". Lo ha detto il vicepremier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, partecipando a "Un caffè a Villa Borghese", organizzato da Alis. 


Il Cremlino accusa Volodymyr Zelensky e il governo di Kiev di volere un maggiore sostegno dall'Occidente nella guerra in Ucraina e di aver fatto "molte dichiarazioni negli ultimi giorni, a volte addirittura cadendo in preda all'isteria" a causa di quella che, secondo Mosca, sarebbe la "posizione estremamente sfavorevole delle forze" ucraine al fronte. Lo riporta la Tass. 


Il ministero della Difesa russo ha reso noto che le truppe hanno preso il controllo di una roccaforte ucraina vicino ad Andreyevka, nella regione di Donetsk. L'operazione è stata compiuta da un gruppo di cecchini, accompagnato da unità di copertura dell'Unità d'assalto aviotrasportata basata a Ussurijsk. Secondo il ministero, le truppe ucraine si sono ritirate dalla roccaforte abbandonando i feriti e le vittime, mentre alcuni soldati si sono arresi.


L'Ucraina riceverà un nuovo lotto di assistenza militare dai Paesi Bassi, che include i veicoli corazzati YPR-765. Si tratta di mezzi dotati di moduli di combattimento controllati a distanza, che consentono all'equipaggio di azionare le armi dall'interno del veicolo.


La Russia attacca ancora con droni la città ucraina orientale di Kharkiv. Lo rende noto il governatore dell'omonima regione Oleh Suniehubov.


"Se il conflitto" in Ucraina "sarà ancora in corso, una grande speranza di ritorno alla pace passa attraverso la vittoria di Donald Trump alle elezioni negli Stati Uniti d'America, se vincono i repubblicani la porta si riapre". Lo ha detto Matteo Salvini, vicepremier e leader della Lega, parlando a Firenze. "Solo la Lega può sostenere oggi un'idea che per il politicamente corretto del mainstream italiano è controvento, perché badate bene, a sinistra mai nella vita lo diranno, ma anche nel centrodestra i nostri alleati, o per prudenza, o per pudore, o per incertezza, non possono dirlo con la chiarezza con cui lo diciamo noi".


Le decisioni degli alleati occidentali sul sostegno militare all'Ucraina stanno richiedendo troppo tempo. Lo ha dichiarato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un'intervista alla Reuters. Zelensky ha definito la fornitura di aiuti militari - in particolare di sistemi di difesa aerea come il sistema Patriot, su cui l'Ucraina fa affidamento per difendersi dalla Russia - un "importante passo avanti", ma prima ha deplorato i "due passi indietro" compiuti dagli alleati. Ha inoltre criticato che le decisioni prese siano "in ritardo di un anno". Secondo il presidente ucraino, la situazione sul campo di battaglia nel nord-est del Paese è ora sotto controllo, dopo le incursioni russe verso Kharkiv.


Il segretario al Tesoro americano Janet Yellen ritiene "vitale e urgente" trovare un modo per utilizzare gli interessi dei beni russi congelati nei Paesi occidentali per aiutare l'Ucraina. "Questo sarà un argomento chiave di conversazione alle riunioni del G7 di questa settimana", a Francoforte, secondo alcuni estratti del suo discorso.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri