58ESIMO GIORNO DI GUERRA

Martedì vertice Usa-alleati e l'incontro tra Putin e Guterres | Ue verso il sesto pacchetto di sanzioni a Mosca la prossima settimana

Il presidente ucraino: "Ricostruire il Paese costerà almeno 600 miliardi di dollari". Onu: documentata l'esecuzione sommaria di 50 civili a Bucha

22 Apr 2022 - 22:02
LIVE
Ultimo aggiornamento: 2 anni fa
1 di 6
© Afp © Afp © Afp © Afp

© Afp

© Afp

La guerra in Ucraina entra nel suo 58esimo giorno. Il 26 aprile è stato organizzato un vertice tra gli Stati Uniti e gli alleati in Germania, per fare il punto sulla situazione, mentre il segretario Onu Guterres volerà a Mosca per incontrare Putin e Lavrov. Nell'acciaieria Azovstal, nonostante lo stop imposto da Putin, si continua a sparare, secondo i media ucraini. Michel sente al telefono Putin e chiede "l'apertura di corridoi umanitari per la Pasqua ortodossa". Dalla Russia fanno sapere che accetteranno una tregua umanitaria solo con la resa di Azovstal. Zelensky fa i conti e dice che la ricostruzione del Paese costerà almeno 600 miliardi di dollari. L'Onu conferma di aver documentato l'esecuzione sommaria di almeno 50 civili nella cittadina di Bucha, vicino a Kiev.


Circa mille civili potrebbero essere sepolti in una fossa comune alla periferia di Mariupol, nel villaggio di Vynohradne. Lo ha affermato il servizio stampa del consiglio comunale di Mariupol su Telegram, riferisce Ukrinform. "Le immagini satellitari scattate da Planet il 20 aprile mostrano una fossa comune lunga 45 metri e larga 25. Almeno mille residenti di Mariupol uccisi dai fascisti russi possono essere sepolti qui", si legge nella nota.


Un membro dell'equipaggio morto, 27 dispersi e 396 tratti in salvo dalla Moskva, l'ammiraglia della flotta russa del mar Nero colpita da missili ucraini il 13 aprile al largo di Odessa e affondata. E' il bilancio fornito dal ministero della Difesa russo, riporta Interfax.


"Devo dire con rammarico che lo stato dei rapporti bilaterali è in forte degrado e non dipende da noi. Ci dispiace l'espulsione di 30 nostri diplomatici e a breve ci sarà una risposta adeguata, come prevede la prassi diplomatica". Lo ha detto l'ambasciatore russo in Italia, Serghei Razov, a "Stasera Italia" su Rete 4. "Per me - ha aggiunto - è una logica strana che per arrivare alla pace devi mandare armi pesanti. Posso solo dire alle autorità italiane che con queste armi verranno uccisi civili e militari russi e questo non gioverà alle nostre relazioni".


L'Unione europea si appresta a mettere in campo il sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia la settimana prossima. Le nuove misure potrebbero contenere lo stop all'import del petrolio, anche se si sta ancora discutendo sulle modalità. È possibile che Bruxelles vari un periodo di "phasing out" per l'uscita dal petrolio, così come è accaduto con il carbone. Previsto anche l'allargamento della lista delle banche russe escluse dal sistema Swift.


È stato salvato da un'intervento dell'equipe di cardiochirurgia pediatrica dell'ospedale di Padova un bimbo ucraino di 11 anni che nel bombardamento della sua abitazione, in cui erano morti la madre e un fratellino, era rimasto ferito da una scheggia di mortaio, conficcatasi vicino al cuore. Il bambino, ora in terapia intensiva, è stato estubato oggi: le sue condizioni sono buone.


Mario Draghi sta valutando una visita a Kiev, per un incontro faccia a faccia con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Secondo fonti di governo il premier, al momento ancora positivo al Covid e in isolamento a Città della Pieve, vorrebbe seguire l'esempio di altri leader europei che hanno visitato l'Ucraina nelle ultime settimane. Al momento non ci sarebbe ancora nulla di pianificato, ma si starebbe ipotizzando di organizzare la visita a stretto giro, prima del viaggio negli Stati Uniti in programma per la metà di maggio.



Il presidente russo Vladimir Putin riceverà martedì a Mosca il segretario generale dell'Onu, Antonio Guteress: lo ha annunciato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.


"Gli attacchi a Est e nel Sud del Paese si intensificheranno. Le prossime due settimane saranno decisive". E' quanto spiega un alto funzionario dell'Ue dopo la telefonata di questa mattina tra il presidente del Consiglio Ue Charles Michel e Vladimir Putin. "E' urgente che l'Ucraina abbia aiuti", prosegue la fonte.


"Gli attacchi a Est e nel Sud del Paese si intensificheranno. Le prossime due settimane saranno decisive". E' quanto spiega un alto funzionario dell'Ue dopo la telefonata di questa mattina tra il presidente del Consiglio Ue Charles Michel e Vladimir Putin. "E' urgente che l'Ucraina abbia aiuti", prosegue la fonte
sottolineando, al tempo stesso, l'importanza di avere un canale
aperto con il Cremlino. Anche perche', si spiega, nel corso della
telefonata Putin si e' mostrato "restio" ad un contatto diretto
con Volodymyr Zelensky. La telefonata tra Michel e Putin e'
durata circa un'ora e mezza. 


Si terrà martedì 26 aprile la riunione convocata dagli Stati Uniti nella base aerea americana di Ramstein, in Germania. La data dell'incontro è stata resa nota dal segretario alla difesa americano Lloyd J. Austin, il quale ha invitato i suoi colleghi e i vertici militari dei Paesi alleati di tutto il mondo per discutere degli sviluppi della crisi in Ucraina e delle questioni di sicurezza.


"La tregua umanitaria inizierà quando le forze ucraine rintanate nello stabilimento Azovstal di Mariupol, bloccato dall'esercito russo, alzeranno bandiera bianca". Lo ha detto il generale russo Mikhail Mizintsev, citato dall'agenzia Tass.


"I colloqui russo-ucraini sono in stallo". Lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, citato da Interfax.


Nella telefonata con Charles Michel, Vladimir Putin ha accusato "le leadership della maggior parte degli Stati membri Ue d'incoraggiare una sfacciata russofobia, che si manifesta in particolare nei campi culturale, umanitario e sportivo". Lo riferisce il Cremlino, citato dalla Tass.


Per "alcune delle più grandi economie europee come Francia, Germania, Regno Unito e Italia è prevista una crescita trimestrale molto debole o negativa alla metà del 2022". Lo afferma il Fmi, il quale ha previsto per l'Italia un Pil a +2,3% quest'anno, +1,7% il prossimo e +1,3% nel 2024. Il responsabile del Dipartimento Ue del Fmi, Alfred Kammer, ha precisato: "Economie come Francia, Germania, Italia e Gb sono previste crescere a malapena o anche contrarsi per due trimestri consecutivi quest'anno".


I russi hanno aperto il fuoco su un autobus che sta evacuando civili da Popasna, una città che si trova nell'Oblast di Lugansk. Lo riporta Ukrinform.


Nella telefonata con Charles Michel, Vladimir Putin ha denunciato "le dichiarazioni irresponsabili dei rappresentanti del Consiglio europeo relativamente alla necessità di una soluzione militare del conflitto in Ucraina". Lo riferisce il Cremlino, citato dalla Tass.


Il sindaco di Mariupol, Vadym Boychenko, ha affermato che è necessario "un giorno intero di cessate il fuoco" per evacuare i civili che si rifugiano nell'acciaieria Azovstal. "L'altro ieri abbiamo pianificato una via di evacuazione per queste persone. Tuttavia le forze russe hanno continuato a bombardare l'impianto e non siamo riusciti a evacuare i civili", ha aggiunto.


Il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, nel corso del colloquio telefonico con Vladimir Putin ha sottolineato "in maniera diretta" che l'Unione è "unita'" nel suo "incrollabile" sostegno alla sovranità e all'integrità dell'Ucraina e ha "dettagliato i costi delle sanzioni europee per Mosca". E' quanto si apprende da fonti europee secondo le quali Michel ha anche "chiesto a Putin di avere in maniera urgente un contatto diretto con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, come chiesto dallo stesso Zelensky.


L'esercito russo ha colpito un ospedale nel distretto di Donetsk. Lo riporta il Kyiv Independent citando il governatore dell'Oblast Pavlo Kyrylenko. I russi, ha spiegato, hanno colpito l'ospedale regionale traumatologico della città di Lyman con il sistema lanciamissili. L'attacco ha provocato fiamme e distruzione sia nell'ospedale sia negli edifici residenziali vicini, ha spiegato, precisando che non è ancora stato indicato se ci sono vittime.


"Ho chiesto l'apertura immediata di corridoi umanitari da Mariupol e dalle città assediate, in particolare in occasione della Pasqua ortodossa". Lo scrive il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, su Twitter dopo la telefonata con il presidente russo Vladimir Putin.


Le accuse del vicesegretario di Stato americano Wendy Sherman contro la Cina, definita "sostenitrice" della Russia nella sua invasione dell'Ucraina attraverso la disinformazione, "sono un cliché e un vecchio trucco per gettare fango". Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha invitato gli Stati Uniti "a guardarsi allo specchio prima di puntare il dito verso gli altri". La tricotomia della relazione "competitiva-collaborativa-avversaria con la Cina è il camuffamento utilizzato da Washington per prendere di mira la Cina".


Esiste una "realistica possibilità" che la Russia possa vincere la guerra in Ucraina. Lo ha detto il premier Boris Johnson, sottolineando che il conflitto potrebbe durare sino alla fine del 2023 e che il Regno Unito e i Paesi alleati non resteranno comunque a guardare l'aggressione delle truppe di Putin, che continua nel Paese dell'est Europa.


La Russia è pronta al cessate il fuoco per una tregua umanitaria alla acciaieria Azovstal di Mariupol "in qualunque momento". Lo ha detto il ministero della Difesa russo.




Mosca respinge le affermazioni del Dipartimento degli Stati Uniti circa il fatto che l'esercito ucraino stia ancora tenendo le posizioni nella città portuale di Mariupol: lo dice il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov invitando i giornalisti a "fare affidamento" sulle informazioni del ministero della Difesa russa. "Non c'è un briciolo di verità in queste affermazioni degli Stati Uniti", ha detto Peskov.


Il comandante della flotta russa nel Mar Nero, l'ammiraglio Igor Osipov, è stato rimosso dall'incarico e arrestato dopo l'affondamento del Moskva. Lo riporta il media polacco Onet citando il portale "Defence Express" che scrive di una caccia ai responsabili della disfatta dell'incrociatore. I russi - sempre secondo la stessa fonte - stanno conducendo sopralluoghi nel punto dell'affondamento della nave e sarebbe sotto inchiesta anche il vice ammiraglio Arkady Romanov (attuale vice comandante della flotta del Mar Nero) che per ora ha assunto la guida della flotta nell'area.


Putin avrà oggi un colloquio telefonico con il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, secondo quanto ha annunciato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Lo riferiscono la Tass e Interfax. Più tardi, riferisce Interfax, il capo del Cremlino avrà anche un incontro operativo con i membri permanenti del Consiglio di sicurezza russo.


Ue e Usa "continuano a richiamare la Cina sulla necessità di non aggirare e indebolire le sanzioni contro la Russia e di non fornire alcun supporto all'aggressione russa contro l'Ucraina. Ribadiscono che qualsiasi sostegno della Cina potrebbe avere conseguenze sulle relazioni rispettivamente con Ue e Usa": lo sottolinea la dichiarazione congiunta di Ue e Usa dopo l'incontro tra il segretario generale del Servizio di Azione esterna europeo
Stefano Sannino e la vicesegretario di Stato americana Wendy Sherman.


L'Onu accusa l'esercito russo di aver condotto in Ucraina azioni "che possono equivalere a crimini di guerra".


"Io faccio di tutto per evitare una escalation, che possa condurre a una terza guerra mondiale. Non deve esserci una guerra nucleare". È quello che ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz, in un'intervista allo Spiegel, rispondendo a una domanda sulle consegna delle armi pesanti all'Ucraina. La questione, attualmente molto dibattuta in Germania, non viene gestita in base a un sentimento di "paura", ha anche spiegato Scholz, ma in base a "una responsabilità politica". 


L'Onu ha documentato l'esecuzione sommaria di almeno 50 civili nella cittadina di Bucha, vicino a Kiev. Lo ha detto un portavoce dell'Alto commissariato dei diritti umani a Ginevra.


Il compito delle truppe russe nella "seconda fase dell'operazione militare speciale è quello di stabilire il pieno controllo del Donbass e dell'Ucraina meridionale, questo assicurerà un corridoio terrestre per la Crimea". Lo ha detto Rustam Minnekaev, vice comandante del Distretto militare centrale della Federazione russa, parlando all'assemblea generale annuale dell'Unione delle imprese delle industrie della difesa della regione di Sverdlovsk. Lo riporta Ria Novosti.


"Pesanti bombardamenti nella notte nell'Ucraina orientale". Lo riferisce un giornalista della Bbc, Jonathan Beale, da Slovyansk.


Le forze ucraine ancora a Mariupol sono "sufficienti per respingere attacchi" dei russi. Lo afferma il capitano Svyatoslav Palamar del controverso Battaglione Azov, che afferma di essere asserragliato nei sotterranei dell'acciaieria Azovstal, citato dalla Bbc. Palamar ha detto che i difensori ucraini sarebbero anche disposti a garantirsi una via di fuga, anche se la resa è "fuori questione". 


I rapporti col patriarca di Mosca sono "molto buoni", ma "mi rammarico che il Vaticano abbia dovuto sospendere un secondo incontro con il patriarca Kirill, che avevamo programmato per giugno a Gerusalemme". Lo dice papa Francesco in un'intervista al quotidiano argentino La Nacion. "Ma la nostra diplomazia ha capito che un incontro di noi due in questo momento potrebbe creare molta confusione", aggiunge


"Noi abbiamo bisogno solo di una cosa, la completa evacuazione della popolazione. A Mariupol ci sono ancora circa 100mila persone". È il nuovo appello del sindaco Vadym Boychenko alla tv ucraina.


Svyatoslav Palamar del battaglione Azov, parlando alla Bbc dall'interno dell'acciaieria Azovstal di Mariupol, ha affermato che "tutti gli edifici nell'area sono praticamente distrutti". "Hanno gettato bombe pesanti, bombe anti-bunker che provocano un'enorme distruzione - ha proseguito -. Abbiamo persone ferite e morte all'interno dei bunker. Alcuni civili sono intrappolati sotto gli edifici crollati".


"A causa del pericolo sui percorsi, oggi in Ucraina non ci saranno corridoi umanitari". Lo annuncia la vice prima ministra ucraina Iryna Vereshchuk su Telegram.


Il sito di news filo-Cremlino Readovka ha messo in rete l'annuncio, fatto dal ministero della Difesa di Mosca, che in Ucraina risultano 13.414 soldati russi uccisi e altri 7mila dispersi: un'informazione che dopo è stata cancellata e tolta dal web. E' quanto afferma il sito di opposizione bielorusso Nexta.tv, che trasmette dall'estero.


Il capo dell'amministrazione militare regionale di Donetsk, Pavlo Kyrylenko, ha fatto sapere che quasi tre quarti della popolazione ha lasciato il territorio controllato della regione, spiegando come la popolazione, che in precedenza era di 1.670.000, sia stata ridotta a 430mila dall'inizio dell'invasione della Russia. A Kramatorsk, la città più grande della regione dopo Mariupol, ha detto Kyrylenko, rimangono solo 40mila persone su una popolazione di 200mila abitanti.


La Russia ha occupato 42 villaggi nella provincia di Donetsk. Lo ha confermato ai media locali Olena Symonenko, assistente del capo di Stato maggiore del presidente Volodymyr Zelensky, specificando che in questo modo sarà più difficile far pervenire in quelle zone aiuti umanitari.


Secondo il "Kyiv Independent" la Banca mondiale fornirà all'Ucraina una sovvenzione di quasi 96 milioni di dollari. Il ministro delle Finanze ucraino Serhiy Marchenko ha firmato un accordo con la Banca mondiale per una sovvenzione per sostenere l'Ucraina nella ripresa economica. Lo ha annunciato il primo ministro Denys Shmyhal su Telegram.


Nel suo messaggio notturno su Telegram il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito la Russia che qualsiasi tentativo di annessione porterà a sanzioni che la lasceranno povera come lo era dopo la guerra civile nel 1917. "Voglio dire subito: non ci sarà nessuna 'Repubblica popolare di Kherson'. Se qualcuno vuole una nuova annessione, può solo portare a nuove potenti sanzioni contro la Russia", tanto che "renderà il suo Paese così povero come dopo la guerra civile del 1917. Quindi è meglio cercare la pace ora".


La Russia "ha rifiutato la proposta di una tregua per la Pasqua ortodossa". Lo riferisce il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, pubblicando un nuovo video rivolto alla nazione. "Questo dimostra quanto i leader russi tengano in considerazione la fede cristiana e una delle feste più importanti e gioiose. Manteniamo comunque la nostra speranza che la vita vinca la morte".


La battaglia di Kiev "è stata una vittoria storica per gli ucrain, con un'assistenza senza precedenti da parte degli Stati Uniti e dei nostri alleati". Lo ha detto il presidente americano, Joe Biden, sottolineando che "lo sforzo continuo e coordinato della comunità internazionale, guidato e facilitato dagli Stati Uniti, è una ragione significativa per la quale l'Ucraina è stata in grado di impedire alla Russia di conquistare il Paese".


Le forze della Russia "non hanno compiuto alcun progresso significativo nel Donbass". E' la valutazione del Pentagono sull'offensiva di Mosca nell'est dell'Ucraina. Le truppe di Putin "hanno compiuto diversi attacchi nel nord della regione, sotto la città di Izium, ma senza guadagnare terreno", ha spiegato alla Cnn il portavoce della Difesa americana John Kirby.


L'edificio amministrativo dell'acciaieria Azovstal a Mariupol e nel territorio adiacente è sotto il controllo delle forze russe. Lo ha affermato il capo della Cecenia Ramzan Kadyrov. "Mariupol è nostra in maniera definitiva e completa. L'edificio amministrativo strategicamente importante dello stabilimento Azovstal è sotto controllo e tutto il territorio adiacente è stato sgomberato. Quel poco che resta dei nazionalisti ucraini è stato bloccato sotto uno spesso strato di cemento e acciaio all'interno dell'impianto".


Fino a 9mila residenti di Mariupol "potrebbero essere sepolti in una fossa comune a Manhush", una cittadina a 20 chilometri a ovest della città portuale ucraina assediata dalle forze di occupazione russe". È quanto sostiene l'amministrazione locale di Mariupol, secondo cui le immagini satellitari della fossa comune pubblicate da Maxar, suggeriscono che lì potrebbero essere sepolte dalle 3mila alle 9mila persone. In totale, secondo le stime preliminari, fino a 22mila residenti di Mariupol potrebbero essere già stati uccisi dall'inizio dell'offensiva russa.


I nuovi droni inviati all'Ucraina, Phoenix Ghost, "sono stati sviluppati prima che iniziasse l'invasione e sono progettati per attaccare obiettivo". Lo ha detto il portavoce del Pentagono, sottolineando che "l'obiettivo principale di questi droni è l'attacco". Questi sistemi "sono particolarmente adatti al tipo di battaglia che gli ucraini dovranno combattere nell'Est".


Le nuove forniture militari annunciate dal presidente americano Joe Biden "possono armare cinque battaglioni ucraini nel Donbass". Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, sottolineando che "le armi vengono inviate all'Ucraina e poi sono le forze di Kiev a decidere come utilizzarle".


La Banca Mondiale stima in 60 miliardi di dollari i danni agli edifici e alle infrastrutture ucraine a causa della guerra. Lo afferma il presidente della Banca Mondiale, David Malpass, sottolineando che "il conto è destinato a salire".


Un raid missilistico russo ha colpito e "completamente distrutto" la rete ferroviaria nella regione di Dnipro. Lo ha riferito il governatore Valentyn Reznichenko, citato dal Kiev Independent, secondo cui non è chiaro se e quando potrà riprendere la circolazione.


L'Ucraina ha bisogno di 7 miliardi di dollari al mese per affrontare le "devastanti perdite economiche" inflitte dalla Russia. Lo ha detto Volodymyr Zelensky, parlando in collegamento video ai vertici di Fmi e Banca mondiale. "L'esercito russo mira a distruggere tutto ciò che può servire da base economica per la vita degli ucraini. Ciò include stazioni ferroviarie, supermercati, petrolio, raffinerie", ha aggiunto il presidente ucraino.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri