FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

TEMPO REALE

Erdogan: settimana prossima parlerò con Putin e Zelensky | Kiev: Mosca distrugge i ponti per isolare Severdonetsk

La Finlandia rifiuta l'adesione alla Nato senza la Svezia. Kiev: "Attivati due corridoi terrestri per esportare il grano"

Mariupol, insegna di benvenuto smontata e riscritta in russo

I russi hanno smantellato l'insegna di benvenuto che accoglie i visitatori all'ingresso della città di Mariupol per sostituirla con una in lingua russa. Lo riportano i media ucraini. Gli occupanti hanno così rimpiazzato il monumento, inizialmente dipinto con i colori della bandiera ucraina, giallo e blu, con uno che riporta la grafia russa del nome di Mariupol e con i colori del vessillo russo, bianco, rosso e blu.

Leggi Tutto Leggi Meno

La guerra in Ucraina entra nel suo 109esimo giorno.

Sul fronte diplomatico, l'annuncio di Erdoga; Erdogan: "La prossima settimana parlerò con Putin e Zelensky". Kiev: "Nessuno sa quanto durerà la guerra, il Donbass resiste". Intanto i civili rifugiati nell'impianto chimico Azot a

Severodonetsk

hanno iniziato a lasciare il complesso. All'interno dello stabilimento si trovano circa 800 persone tra militari e civili. Kiev ha lanciato una controffensiva nella regione di Kherson. La Finlandia rifiuta l'adesione alla Nato senza la Svezia. Sul fronte bellico prosegue l'avanzata dell'esercito russo, distrutto il ponte che collega Severodonetsk a Lysychansk.
  • 12 giu

    Russi attaccano centrale termoelettrica a Donetsk

    Le forze russe hanno attaccato la centrale termoelettrica ucraina Vuhledar a Donetsk, secondo il quotidiano locale ucraino Novosti Donbassa. Nei video pubblicati online, si possono vedere pennacchi di fumo nero che escono dalla centrale elettrica, una delle strutture più alte dell'Ucraina. L'impianto è controllato dalle forze armate ucraine. Le forze russe occupano la città di Svitlodarsk, a circa cinque chilometri dallo stabilimento. 

  • 12 giu

    Kiev: entro luglio 40mila soldati russi morti

    Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha affermato che la Russia potrebbe raggiungere un bilancio di 40.000 soldati morti entro l'inizio di luglio. Lo scrive Iulia Mendel, ex portavoce del presidente ucraino su Twitter. 

  • 12 giu

    Russia, si scioglie l'Ong per la prevenzione della tortura

    Il capo del Comitato russo per la prevenzione della tortura ha annunciato di aver sciolto l'organizzazione dopo che era stata etichettata come "agente straniero" dalle autorità, designazione che ha definito un "insulto".

  • 12 giu

    Stoltenberg: preoccupazioni Turchia sul terrorismo legittime

    Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha affermato che la Turchia ha "legittime preoccupazioni" per il terrorismo e altre questioni, che devono essere prese sul serio. La Turchia ha accusato Finlandia e Svezia di sostenere i militanti curdi e afferma che non sosterrà le due nazioni nordiche nell'adesione alla Nato finché non cambieranno le loro politiche.

  • 12 giu

    Erdogan: "Prossima settimana parlerò con Putin e Zelensky"

    Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è intenzionato a parlare con i presidenti russo e ucraino Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky la prossima settimana. Lo scrive l'agenzia russa Tass. Erdogan ha aggiunto che intende affrontare il tema del corridoio per il grano.

  • 12 giu

    Zelensky: "Il Donbass resiste" - VIDEO

  • 12 giu

    La Finlandia rifiuta l'adesione alla Nato senza la Svezia

    La Finlandia rifiuta l'adesione alla Nato senza la Svezia. Helsinki non entrerà a far parte dell'Alleanza se i problemi che Stoccolma ha con la Turchia dovessero comportare il rinvio dell'adesione proprio della Svezia. Lo ha affermato il presidente finlandese Sauli Niinisto alla conferenza stampa con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. Lo scrivono i media locali.

  • 12 giu

    Ex militare Gb ucciso in battaglia a Sieverodonetsk

    Un ex militare britannico, Jordan Gatley, è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco in combattimento a Sieverodonetsk, in Ucraina. Lo ha confermato il Foreign Office, secondo i media britannici. Il padre, Dean Gatley, ha scritto sui social che il figlio aveva lasciato l'esercito britannico a marzo "per continuare la propria carriera come soldato in altre zone", aggiungendo che "dopo attenta valutazione era andato in Ucraina per aiutare".

  • 12 giu

    Kiev: attivati due corridoi via terra per esportare il grano

    L'Ucraina ha creato due corridoi terrestri attraverso la Polonia e la Romania per esportare grano ed evitare una crisi alimentare globale, anche se 'colli di bottiglia' rallentano la catena di approvvigionamento. Lo ha detto il viceministro degli esteri di Kiev, Dmytro Senik. Il ministro, citato dal Guardian, ha ribadito che la sicurezza alimentare globale è a rischio perchéé l'invasione russa dell'Ucraina ha fermato le esportazioni di grano ucraino dal Mar Nero. "L'Ucraina - ha aggiunto - è anche in trattativa con gli stati baltici per aggiungere un terzo corridoio per le esportazioni alimentari".

  • 12 giu

    Zelensky: nessuno sa quanto durerà la guerra, il Donbass resiste

    Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky ha detto che nessuno sa quanto durerà la guerra: "Ricordate come in Russia, all'inizio di maggio, speravano di impadronirsi di tutto il Donbass? È già il 108esimo giorno di guerra, è già giugno. Il Donbass resiste". Nel suo discorso video quotidiano, Zelensky si è detto orgoglioso dei difensori ucraini che sono riusciti a frenare l'avanzata russa nella regione del Donbass, dove i separatisti sostenuti da Mosca controllano gran parte del territorio da otto anni.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali