FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Svezia, dura solo poche ore la prima donna premier: le dimissioni dopo il "no" al bilancio

"Non guido un governo la cui legittimità è stata messa in dubbio", ha spiegato Magdalena Andersson dopo l'uscita dei Verdi dall'esecutivo

Afp

Meno di otto ore dopo aver ricevuto la fiducia dal Parlamento, la neo premier svedese, Magdalena Andersson, prima donna a capo del governo del Paese scandinavo, è stata costretta a dimettersi dopo la bocciatura del progetto di bilancio e l'uscita dei Verdi dall'esecutivo. "Non voglio guidare un governo la cui legittimità è stata messa in dubbio", ha detto la leader socialdemocratica.

"E' una pratica costituzionale che vuole che un governo di coalizione si dimetta quando uno dei partiti lascia l'alleanza", ha osservato la Andersson, aggiungendo di auspicare di essere rieletta a capo del governo in un ulteriore voto del Parlamento. La politica svedese ha informato il presidente del Parlamento Anderas Norlen di essere ancora interessata a guidare un esecutivo a guida unica del partito socialdemocratico.

 

Per gli ecologisti, la legge finanziaria 2022 aveva recepito troppe modifiche chieste dall'opposizione di destra.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali