FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Siria, Erdogan: creare forza di stabilizzazione anche con curdi

La "nuova linea turca" è stata confermata anche dal segretario di Stato americano Mike Pompeo: "Ankara difenderà i combattenti curdi"

Siria, Erdogan: creare forza di stabilizzazione anche con curdi

Creare "una forza di stabilizzazione con combattenti provenienti da tutta la società siriana", inclusi i curdi siriani che non abbiano avuto legami con organizzazioni terroristiche come il Pyd/Ypg. E' il "primo passo" del piano di pace per la Siria proposto da Recep Tayyip Erdogan, in un intervento sul Nyt. Il presidente turco ha sottolineato inoltre come prioritario sia anche "assicurare adeguata rappresentanza politica a tutte le comunità".

La "nuova linea turca" è stata confermata anche dal segretario di Stato americano Mike Pompeo che ha riferito che Ankara ha promesso di continuare la campagna contro l'Isis dopo il ritiro delle truppe Usa dalla Siria e di proteggere i combattenti curdi (alleati degli americani).

"Il presidente Erdogan - ha dichiarato Pompeo alla Cnbc - ha preso un impegno col presidente Trump", secondo cui "i turchi continueranno la campagna contro l'Isis dopo la nostra partenza e faranno in modo che le persone con cui abbiamo combattuto, che ci hanno assistito nella campagna contro l'Isis, siano protette".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali