FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Si aggravano le condizioni di Alexei Navalny, la portavoce: "Sta morendo, è una questione di giorni"

I medici: "Rischia di avere un arresto cardiaco da un momento all'altro". Biden: "Situazione totalmente ingiusta"

Navalny Russia Mosca proteste arresti condanna
Ansa

Alexei Navalny, il dissidente russo malato e in sciopero della fame per protestare contro le cattive condizioni di detenzione, rischia di avere un arresto cardiaco "da un momento all'altro". E' quanto sostengono i medici vicini all'oppositore, che hanno chiesto di poterlo visitare. "La gente di solito evita la parola 'morire'. Ma ora Alexei sta morendo. Nelle sue condizioni, è una questione di giorni", ha scritto su twitter la sua portavoce, Kira Yarmish.

Il 31 marzo Navalny, che è in carcere da febbraio, ha cominciato uno sciopero della fame per chiedere un trattamento medico appropriato per i suoi dolori alla schiena e condizioni di detenzione più civili. Navalny sta scontando una condanna a due anni e mezzo in una colonia penale nella città di Pokrov, circa 100 chilometri a est di Mosca.

 

 

La richiesta di poterlo visitare è stata inoltrata all'amministrazione penitenziaria dal suo medico personale, Anastassia Vassilieva, e da altri tre medici, tra cui un cardiologo.

 

Sul caso è intervenuto anche il presidente americano, Joe Biden, il quale ha commentato che la situazione di Navalny è "totalmente ingiusta".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali