SI AGGRAVA IL BILANCIO

Scontri in Perù, i morti salgono a 44: coprifuoco nella regione di Puno

Le proteste e le violenze sono state scatenate dalla destituzione del presidente Pedro Castillo. I manifestanti chiedono le dimissioni della presidente Dina Boluarte

10 Gen 2023 - 21:09
 © Ansa

© Ansa

Il bilancio degli scontri in Perù si aggrava: i morti salgono a 44, 17 in più rispetto all'ultimo conteggio. Il governo ha decretato il coprifuoco nella regione meridionale di Puno, teatro dei disordini, in particolare a Juliaca, tra forze di sicurezza e manifestanti che chiedevano le dimissioni della presidente Dina Boluarte. Centinaia di persone sono rimaste ferite.

Le proteste e le violenze in Perù sono state scatenate dalla destituzione del presidente Pedro Castillo, che sta scontando una condanna a 18 mesi di custodia cautelare. L'intera zona interessata dagli scontri è stata isolata.

Scontri in Perù, si aggrava il bilancio: coprifuoco nella regione di Puno

1 di 7
© Ansa © Ansa © Ansa © Ansa

© Ansa

© Ansa

Il governo invia una missione di "alto livello"

 Il premier peruviano Alberto Otarola ha annunciato l'invio di una missione "di alto livello" a Puno. Una missione che si propone di cercare "il dialogo, portare medicine", ha detto il primo ministro chiedendo ai manifestanti di permettere l'ingresso dei mezzi di soccorso. "La situazione ci obbliga a prendere una serie di azioni di carattere umanitario".

Ti potrebbe interessare

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri