FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Russiagate, ex top manager di Trump si dichiara colpevole

Richard Gates ha ammesso di aver cospirato e aver mentito agli investigatori

Russiagate, ex top manager di Trump si dichiara colpevole

Richard Gates, ex top manager della campagna elettorale di Donald Trump, si è dichiarato colpevole di cospirazione e per aver mentito agli investigatori che indagano sul Russiagate. L'ammissione di colpevolezza viene letta come un forte segnale che Gates è pronto a collaborare per evitare una pena severissima.

Gates, insieme al suo ex partner d'affari ed ex presidente della campagna di Trump, Paul Manafort, originariamente a ottobre era stato accusato di 30 capi di imputazione fra cui riciclaggio di 75 milioni di dollari ed evasione fiscale legata al loro lavoro dal 2006 al 2014 per l'ex presidente dell'Ucraina Viktor Yanukovych, appoggiato dalla Russia. Erano anche accusati di avere rappresentato illegalmente un governo straniero, cioè quello dell'Ucraina, come lobbisti senza prima registrarsi presso il governo Usa come agenti stranieri. Nell'ambito dell'accordo di Gates, le accuse originali ricadono tutte in un'unica accusa di cospirazione per frodare il governo, e una seconda accusa di avere mentito sul suo lavoro di lobby per l'Ucraina non registrato.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali