FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Russiagate, incriminati 13 cittadini russi: "Hanno cospirato contro gli Usa"

Sono accusati anche di frode bancaria e di furto di identità. La replica di Mosca: "Eʼ unʼassurdità"

Russiagate, incriminati 13 cittadini russi: "Hanno cospirato contro gli Usa"

Robert Mueller, il procuratore speciale che indaga sul Russiagate, ha annunciato che un grand jury federale ha incriminato 13 cittadini russi e tre entità russe nell'ambito delle indagini sulle interferenze di Mosca nelle elezioni presidenziali americane del 2016. "Hanno coscientemente e intenzionalmente cospirato - si legge nel provvedimento - per truffare gli Stati Uniti con il proposito di interferire con i processi politici ed elettorali americani".

Nell'accusa si legge che queste persone o entità hanno "sostenuto la campagna presidenziale dell'allora candidato Donald J. Trump... e hanno screditato Hillary Clinton". L'annuncio dell'ufficio di Mueller sostiene che le accuse sono di cospirazione per truffare gli Stati Uniti, ma anche di frode bancaria e di furto di identità. Mueller sta indagando sui possibili collegamenti tra il governo russo e alcuni membri del comitato elettorale di Donald Trump.

Mosca: "E' un'assurdità" - Si tratta di "un'assurdità". E' questo il commento del ministero degli Esteri russo. "Viene fuori - ha scritto su Facebook la portavoce della diplomazia russa Maria Zakharova - che erano 13, secondo il ministero della Giustizia Usa. Tredici persone si sarebbero ingerite nelle elezioni americane?! Tredici contro il bilancio miliardario dei servizi segreti? Contro lo spionaggio e il controspionaggio? Contro le nuovissime elaborazioni e tecnologie... assurdità? Sì, ma questa è l'odierna realtà politica americana".

Trump: "Nessuna collusione" - Non c'è stata nessuna collusione con Mosca. Lo ribadisce il presidente americano Donald Trump su Twitter. "La Russia - scrive - ha iniziato la sua campagna antiamericana nel 2014, ben prima che io annunciassi la mia candidatura alla presidenza. I risultati delle elezioni non sono stati influenzati. La campagna di Trump non ha fatto niente di sbagliato. Nessuna collusione!". "Non possiamo permettere a quelli che seminano confusione, discordia e rancore di vincere. E' tempo di fermare gli attacchi di parte - afferma ancora Trump - le accuse false e violente, le teorie inverosimili, che hanno il solo scopo di favorire i propositi di cattivi attori come la Russia e di non fare nulla per proteggere i principi delle nostre istituzioni".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali