FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Russia, rilasciate le due Pussy Riot: erano state arrestate per "azione non autorizzata"

La protesta è avvenuta domenica davanti al carcere in cui è rinchiuso Sentsov, il regista ucraino di cui chiedevano la liberazione. Le ragazze indossavano i passamontagna colorati, ormai diventati il loro simbolo

Russia, rilasciate le due Pussy Riot: erano state arrestate per "azione non autorizzata"

Maria Aliokhina e Olga Borisova, due ragazze della band Pussy Riot arrestate dalla polizia russa a Iakutsk, in Siberia nordorientale, per "azione non autorizzata", sono state rilasciate. Domenica, indossando i passamontagna colorati, avevano chiesto la liberazione del regista ucraino Oleg Sentsov mostrando di fronte al carcere in cui è rinchiuso uno striscione con la scritta "Free Sentsov" e accendendo dei fumogeni.

"Alla fine l'udienza è stata rimandata per poter correggere gli errori. E noi siamo state rilasciate", ha scritto Borisova su Facebook. Il tribunale di Iakutsk non ha inflitto una condanna amministrativa alle due Pussy Riot.

Oleg Sentsov è stato condannato in Russia a 20 anni di reclusione in un controverso processo che lo ha visto accusato di aver cercato di organizzare "atti di terrorismo" nella sua Crimea un paio di mesi dopo l'annessione della penisola da parte di Mosca. Kiev lo considera "prigioniero politico" delle autorità russe. La sua vicenda ha scosso il mondo del cinema e ha visto registi di fama mondiale come Pedro Almodovar, Mike Leigh e Stephen Daldry, ma anche Nikita Mikhalkov - pur considerato vicino al Cremlino - prendere le difese del collega ucraino.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali