FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Russia, multa da 21 miliardi di rubli a Google per la diffusione di notizie sulla guerra in Ucraina

Nel mirino dell’autorità russa è finito YouTube: secondo il Cremlino non ha cancellato "fake news" sul conflitto

google
Dal Web

Un tribunale di Mosca ha multato Alphabet, la società che controlla Google, per non aver rimosso contenuti che la Russia considera illegali.

La multa è di

21,1 miliardi di rubli

, pari a

369 milioni di euro

.

I contenuti "illegali"

- Secondo il Roskomnadzor, l'autorità di regolamentazione delle comunicazioni russa, i contenuti illegali da rimuovere sarebbero "notizie false" sulla

guerra in Ucraina

. La Russia afferma infatti che la guerra è "un'operazione militare speciale" che ha lo scopo di aumentare la sicurezza della popolazione russa che vive in territorio ucraino. 


 


A finire nel mirino dell’autorità russa è stato soprattutto

YouTube

, che a detta del Cremlino non ha cancellato "notizie false sul corso dell'operazione militare speciale in Ucraina, screditando le forze armate della Federazione Russa". Il Cremlino ha anche affermato che YouTube promuove opinioni estremiste e incita i bambini a partecipare a proteste non autorizzate.


 


La lotta ai media occidentali

- Non è la prima volta che la Russia si oppone alla distribuzione di contenuti da parte di piattaforme tecnologiche straniere che non rispettano le sue restrizioni. Dopo l’inizio della guerra in Ucraina a febbraio, la Russia aveva

bloccato l'accesso ad alcuni social network

 occidentali come Facebook, Twitter e Instagram.


 


Le conseguenze per Google

- Google, che può ricorrere in appello, non ha ancora commentato la sentenza. Dopo aver ricevuto la multa, il conto bancario dell’unità russa di Google è stato sequestrato. La società ha quindi dichiarato bancarotta e non ha potuto pagare il personale e i fornitori. 


Anton Gorelkin, vice capo della commissione parlamentare per la politica dell'informazione, ha affermato che Google sta mostrando un disprezzo dimostrativo per la legge russa e che rischia di perdere del tutto il mercato nel Paese. 


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali