FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Proteste in Russia per la riforma pensioni, Ong: oltre mille i fermi

In tutto il Paese le manifestazioni organizzate dallʼoppositore Navalny

Più di mille persone sono state fermate dalla polizia in Russia per aver partecipato alle manifestazioni contro l'aumento dell'età pensionabile, organizzate dall'oppositore Alexiei Navalny. Lo riferisce l'Ong per la difesa dei diritti umani Ovd-Info. Secondo l'organizzazione, nella sola San Pietroburgo ne sono state fermate 452 e altre 183 a Ekaterinburg. Fermi anche a Krasnodar, Perm, Mosca, Omsk e Kazan.

Russia, proteste contro la riforma delle pensioni: centinaia di arresti

Nella capitale i sostenitori di Navalny si sono dati appuntamento nella centrale piazza Pushkin (tra le 2 e le 4mila persone) e dopo, in piccoli gruppi, si sono diretti verso il Cremlino. Tra gli slogan più gettonati "Putin ladro", "Putin quando vai in pensione?" e "Via lo Zar", cantato a squarciagola proprio davanti al palazzo del Senato. Poi l'intervento deciso della polizia, che ha manganellato alcuni dimostranti. Tra i fermati anche molti collaboratori di Navalny come Ruslan Shaveddinov, ex portavoce della campagna elettorale di Navalny, e Dmitry Nizovceva, reporter del canale YouTube 'NavalnyLive', arrestato mentre stava facendo una diretta.

"Non posso più continuare ad avere paura di protestare", ha raccontato Olga Sokolova, operaia 52enne che contava di andare in pensione fra tre anni e che ora rischia di dover aspettare fino a 60. Una piazza che ha unito i giovanissimi sostenitori di Navalny e i loro nonni. O perlomeno alcuni. Il populista Vladimir Zhirinovsky, leader dei liberaldemocratici e veterano della politica, si + presentato a piazza Pushkin per chiedere alla folla di "non violare la legge" e tornare a casa ma è stato pesantemente insultato (gli hanno lanciato persino una scarpa).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali