FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nuovo orrore a Palmira: gli jihadisti Isis fanno saltare in aria tre uomini

Gli estremisti hanno legato i tre ad altrettante colonne e li hanno fatti esplodere. A Sirte, in Libia, decapitati tre ragazzi nellʼatrio di una scuola

Nuovo orrore a Palmira: gli jihadisti Isis fanno saltare in aria tre uomini

Ennesima atrocità dell'Isis: tre persone sono state legate ad altrettante colonne nel sito di Palmira, in Siria, e poi sono state fatte esplodere. Lo riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani, citando fonti civili. L'esecuzione si aggiunge alla decapitazione di tre ragazzi, nel centro storico di Sirte, in Libia. I tre erano stati arrestati ad agosto con l'accusa di appartenere alle milizie di Fajr Libya che dominano Tripoli.

Finora la furia omicida e distruttiva degli jihadisti si è concentrata in particolare sul sito archeologico di Palmira. Secondo il Site, all'inizio del mese hanno fatto saltare in aria il monumentale Arco di Trionfo, risalente all'epoca romana. Il 30 agosto il Tempio di Bel, il simbolo di Palmira, considerato il più importante e meglio conservato del sito archeologico. Pochi giorni prima, il 23, quello di Baal Shamin.

"Gli estremisti sono terrorizzati dalla storia e dalla cultura, perché la conoscenza del passato toglie credibilità e delegittima tutti i pretesti usati per i loro crimini", ha tuonato la direttrice generale dell'Unesco, Irina Bokova. Palmira è divenuta un teatro dell'orrore. Tra le tante esecuzioni di massa, anche la barbara uccisione di Khaled al Asaad, 82 anni, uno dei massimi esperti siriani di antichità ed ex direttore del sito, decapitato in pubblico in una piazza della città.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali