FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nuova Zelanda, spettacolare crollo di una scogliera in un fiume: centinaia di turisti sfollati, evacuati gli abitanti

Il costone franato provoca unʼalluvione che ha devastato il paesaggio circostante, scatta la massima allerta: molte località isolate

Una terribile inondazione ha devastato un'isola della Nuova Zelanda, dove un migliaio di persone sono state evacuate. Centinaia i turisti sfollati rimasti bloccati sull'isola a causa del maltempo. L'alluvione è avvenuta a Montalto, nel sud del Paese, sul fiume Rangitata, dove una gigantesca scogliera, la Klondyke Terrace, è crollata riversando in acqua tonnellate di terra e roccia e provocando l'alluvione.

E' subito scattata la massima allerta per gli abitanti delle località sulle rive del fiume e in tutta la regione circostante, quella di Canterbury, è stato dichiarato lo stato d'emergenza dopo l'eccezionale ondata di piogge torrenziali in zona. Sorvolando l'area, un drone documenta la devastazione del paesaggio in prossimità della frana. Situazione drammatica anche sulla costa ovest dell'isola, dove molte strade sono state chiuse al traffico. Le autorità locali hanno organizzato la distribuzione di viveri e acqua per le comunità rimaste isolate. Lunedì previsti i sopralluoghi in elicottero sulle zone colpite dalle piogge torrenziali per i soccorsi. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali