FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nuova Zelanda, il figlio si nasconde dentro la lavatrice ma la mamma non se ne accorge e la accende: morto

Il piccolo, che frequentava la scuola materna, è stato subito portato in ospedale ma per lui non c'è stato nulla da fare

Una mamma non si è accorta che il figlio si era nascosto nella lavatrice così l'ha accesa. Solo dopo il lavaggio si è resa conto di quanto accaduto, trovando il bambino privo di sensi. Il piccolo, che frequentava la scuola materna, è stato subito portato in ospedale ma per lui non c'è stato nulla da fare. Come riportano i media locali, il terribile incidente è avvenuto in un sobborgo di Christchurch, in Nuova Zelanda.

Sul luogo è intervenuta la polizia che, come ha fatto sapere un portavoce delle autorità locali, sta "sta indagando sulle circostanze della morte". Tuttavia, il decesso del bambino non viene trattato come sospetto. 

 

I precedenti - Non è la prima volta che succedono incidenti simili. Nel 2016, in Arksansas, negli Stati Uniti, una bambina di tre anni è morta dopo essersi nascosta nella lavatrice mentre la madre dormiva. L'apparecchio infatti si avviava automaticamente una volta chiuso il coperchio. Stessa sorte a un bambino di 3 anni in Florida, nel 2019.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali