FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Nato, le conclusioni del vertice: "La Russia è la minaccia più significativa e diretta" | Gli Usa annunciano l'invio di più truppe in Italia e in Europa

La replica di Mosca: "Risponderemo alle nuove forze armate". Stoltenberg: "L'Alleanza affronta la maggiore sfida dalla Seconda guerra mondiale". E Biden ringrazia Erdogan per gli sforzi nella risoluzione dell'ingresso di Svezia e Finlandia

"La Russia è la minaccia più significativa e diretta alla sicurezza degli Alleati e alla pace e alla stabilità nell'area euro-atlantica".

Sono le conclusioni della

Nato

al termine del vertice di

Madrid

. Il presidente americano

Joe Biden

ha per questo annunciato

più truppe americane in Europa

e in Italia. Mentre a stretto giro è arrivata la replica di

Mosca

che risponderà a ogni mossa offensiva. Nel mirino dell'Alleanza anche la

Cina

. Prima dell'incontro il segretario generale

Jens Stoltenberg

aveva parlato di summit "storico e trasformativo", in un momento in cui "affrontiamo la sfida più grande dalla

Seconda guerra mondiale

". La Russia, aveva sottolineato infatti Stoltenberg, pone "una minaccia diretta alla nostra sicurezza", e anche per questo l'ok della

Turchia

all'ingresso di

Svezia

e

Finlandia

nell'Alleanza è "vantaggioso per tutti". A margine del vertice,

Biden ha ringraziato Erdogan

per gli sforzi profusi nella risoluzione dell'ingresso dei due Paesi nella Nato.


Stoltenberg: "Mosca? Una minaccia alla nostra sicurezza"

- "Mi aspetto che in questo nuovo piano strategico i leader dichiarino chiaramente che la Russia rappresenta una minaccia diretta alla nostra sicurezza e, naturalmente, ciò si rifletterà sulle decisioni che prendiamo, ad esempio, anche per aggiornare e rafforzare la nostra difesa collettiva", aveva osservato Stoltenberg.


 


La Cina, una nuova sfida

- Il nuovo "piano strategico rifletterà anche una nuova realtà. La Cina non è menzionata con una sola parola, ma mi aspetto che gli alleati siano d'accordo sul fatto che Pechino è sempre una sfida ai nostri valori, ai nostri interessi", aveva evidenziato il segretario generale della Nato. "La Cina non è un avversario ma, naturalmente, dobbiamo tenere conto delle conseguenze della nostra sicurezza quando vediamo la Potenza cinese investire pesantemente in nuovi moderni missili militari e armi nucleari, e anche il tentativo di controllare le infrastrutture critiche, ad esempio le reti 5g nei nostri stessi paesi", aveva precisato.


 


Da Biden a Johnson, da Draghi a Macron, da Erdogan a Orban: tutti i leader al summit Nato


 


Biden annuncia più truppe Usa in Italia e in Europa

- Gli Stati Uniti rafforzeranno la loro presenza militare in Europa, incluse capacità difensive aeree aggiuntive in Germania e Italia. L'annuncio è arrivato direttamente dal presidente americano Joe Biden durante il summit Nato a Madrid. "Oggi - ha spiegato - lanciamo un messaggio: l'Alleanza atlantica è forte e unita". Biden ha quindi aggiunto che Putin cercava di ottenere "il modello Finlandia per l'Europa" e invece avrà "il modello Nato".


 


In Italia un battaglione per la difesa aerea

- In particolare, il Pentagono fa sapere che gli Usa invieranno in Italia un battaglione per la difesa aerea a corto raggio composto da 65 militari. Il gruppo, precisano al dipartimento della Difesa Usa, è un'unità subordinata al battaglione per la difesa aerea a corto raggio stanziato in Germania. 


 


Draghi: "Non c'è rischio di escalation"

- Le nuove forze Usa che saranno schierate in Italia sono costituite dai militari e da un sistema di difesa aerea, ha chiarito il premier Mario Draghi. "Il ministero della Difesa - ha aggiunto - mi ha spiegato che si tratta di un assestamento già in programma". Il presidente del Consiglio ha spiegato di non ritenere che esista "il rischio di una escalation" con la Russia. 


 


Mosca: "Risponderemo"

- La Russia "non lascerà senza risposta" la decisione annunciata dal presidente Usa Joe Biden di schierare nuove forze militari in Europa, Italia compresa. Lo ha detto il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov, citato dall'agenzia Interfax, avvertendo che Mosca ha "la capacità e le risorse" per rispondere. La Russia non è "intimidita" da questa mossa, ha aggiunto Ryabkov, chiarendo che Washington "avrebbe potuto evitare tale escalation".


 


Lo Strategic Concept 2022: "La Russia è la minaccia più significativa e diretta" - "La Federazione russa è la minaccia più significativa e diretta alla sicurezza degli Alleati e alla pace e alla stabilitaà nell'area euro-atlantica. Cerca di stabilire sfere di influenza e controllo diretto attraverso la coercizione, la sovversione, l'aggressione e l'annessione. Utilizza mezzi convenzionali, informatici e ibridi contro di noi e i nostri partner". E' questo il passaggio principale dedicato a Mosca nello Strategic Concept 2022 diffuso dalla Nato al vertice di Madrid.


 


Dalla Russia terribili crudeltà in Ucraina

- Durante il vertice i leader della Nato hanno poi accusato Mosca di "terribili crudeltà" in Ucraina. Il Cremlino "ha provocato immense sofferenze umane e massicci sfollamenti, colpendo in modo sproporzionato donne e bambini. La Russia ha la piena responsabilità di questa catastrofe umanitaria. Deve consentire un accesso umanitario sicuro, senza ostacoli e duraturo", si legge nel comunicato finale. 


 


Biden ringrazia Erdogan -

A margine del vertice, in un bilaterale Joe Biden ha ringraziato Erdogan per gli sforzi della

Turchia

nella risoluzione dell'

ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato.

 


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali