FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Morta Jacqui Saburido: sfigurata in un incidente, fu simbolo della campagna contro la guida in stato di ebbrezza

La donna, che allʼepoca dellʼincidente aveva 20 anni, restò ustionata sul 60% del corpo nello schianto con lʼauto guidata da un 18enne ubriaco. Fu sottoposta a oltre cento interventi di chirurgia plastica

Si è spenta a 40 anni Jacqui Saburido. Il suo volto, sfigurato in un grave incidente, divenne il simbolo della campagna del dipartimento dei Trasporti del Texas contro la guida in stato di ebbrezza. Nello schianto, avvenuto nel 1999 quando aveva solo 20 anni, riportò ustioni sul 60% del corpo. Nel corso degli anni si sottopose a oltre cento interventi di chirurgia plastica.

Addio a Jacqui Saburido, testimonial della campagna contro lʼalcol alla guida

Originaria del Venezuela, da tempo lottava contro un cancro. La notte del 19 settembre 1999, mentre tornava da una festa di compleanno ad Austin, rimase coinvolta in un gravissimo incidente. L'auto su cui si trovava insieme ad altri quattro amici si schiantò contro quella di un 18enne risultato poi alla guida ubriaco. La vettura di Jacqui prese fuoco, due suoi amici morirono sul colpo, e lei riportò ustioni al 60% del corpo.

Da quel momento la donna riuscì a trasformare l'incubo in speranza. Divenne il simbolo della campagna del dipartimento dei Trasporti del Texas "Faces of Drunk Driving", per sensibilizzare contro la guida in stato di ebbrezza, e girò le scuole di tutto il Paese per raccontare la sua storia. Gli oltre cento interventi di chirurgia plastica a cui si sottopose per ricostruire parte del volto e delle mani costarono oltre cinque milioni di dollari.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali