FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, lʼUngheria inserirà in Costituzione il divieto di accoglienza

Niente ospitalità per gli "economici illegali". La mossa del premier Orban arriva per contrastare lʼintroduzione di quote obbligatorie nellʼUe dopo che Fico aveva auspicato multe per Budapest

Migranti, l'Ungheria inserirà in Costituzione il divieto di accoglienza

Il governo ungherese di Viktor Orban inserirà nella Costituzione il divieto di accoglienza dei migranti economici illegali. La modifica è stata votata in commissione parlamentare, e sarà approvata in aula mercoledì dalla maggioranza governativa composta dal partito conservatore di Orban. Con questa mossa, il premier ungherese cerca un ulteriore argomento per contrastare l'introduzione di quote obbligatorie di accoglienza nell'Ue.

Il presidente della Camera Roberto Fico aveva in precedenza espresso le sue forti perplessità sul comportamento dell'Ungheria, che continua a rifiutare le quote Ue di migranti, dichiarando che il presidente Orban, dal momento che non rispetta una disposizione dell'Unione, dovrebbe essere multato.

Nella riforma costituzionale che sarà votata in Ungheria ci sono anche limiti al diritto di manifestare e al divieto di dimora in luoghi pubblici per senzatetto. Se il pacchetto riceverà l'ok in Parlamento inoltre, saranno istituiti tribunali speciali per giudicare gli atti amministrativi dello Stato. Infine nella Costituzione sarà inserito l'obbligo di "difendere la cultura cristiana", ma non viene precisato cosa significhi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali