FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Mattanza di cetacei alle isole Faroe, la denuncia della Ong Sea Shepherd: "E' un massacro ritualizzato" 

Secondo il capitano Paul Watson, oltre 252 balene pilota a pinne lunghe e 35 delfini bianchi dellʼAtlantico sono stati massacrati negli ultimi giorni a Hvalba

Nuova strage di balene pilota (globicefali) e delfini alle isole Faroe danesi con oltre 130 esemplari ucisi. Come ogni anno, gli animali sono stati intercettati e uncinati durante la migrazione verso i mari del nord. L'acqua è diventata rossa di sangue, come si vede nelle immagini postate su Twitter dall'organizzazione senza scopo di lucro Sea Shepherd Conservation Society, che da anni conduce la campagna "Operation Bloody Fjords" per cercare di bloccare questi massacri.

Nelle isole Faroe danesi è ripartita la Grindadrap, la tradizionale battuta di caccia con cui ogni anno vengono uccisi centinaia di cetacei e delfini. Ad alzare la voce, ancora una volta, è il capitano Paul Watson, fondatore e presidente di Sea Shepherd, l'Ong che da anni si occupa della difesa e della conservazione delle risorse e della fauna marina. Secondo Watson, infatti, si tratta di un "massacro ritualizzato". 

Secondo il leader di Sea Shepherd, impegnata nella lotta all'usanza delle Faroe dal 1983, oltre 252 balene pilota a pinne lunghe e 35 delfini bianchi dell'Atlantico sono stati massacrati negli ultimi giorni a Hvalba, un piccolo comune delle isole. Ma questi sarebbe solo dati parziali. 

 

La Grindadrap, che si può tradurre letteralmente come “uccisione della balena”, è una vera battuta di caccia con cui balene e delfini vengono spinti verso la costa, dove l’acqua è più bassa, e una volta spiaggiati, vengono infilzati e predati dall’uomo. Su Facebook, Watson denuncia: "Nonostante una pandemia globale, gli psicopatici assetati di sangue nelle Isole Faroe danesi continuano le loro spietate uccisioni in serie. Con il mondo sull'orlo del collasso ecologico, combattendo una pandemia globale e affrontando un futuro incerto a causa di cambiamenti climatici imprevedibili, gli ignoranti e gli arroganti in questo territorio danese non stanno lasciando che le realtà ecologiche rovinino la loro orribile ossessione per l'omicidio sadico". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali