FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Libia, Giro a Tgcom24: "Tra jihadisti e narcotrafficanti cʼè un legame stretto"

Il viceministro a “Fatti e Misfatti” parla della relazione tra lo smercio internazionale della droga e chi trasporta profughi in Europa

"Dall'America Latina arriva la droga che passa di mano dai trafficanti ai jihadisti, che sono le stesse persone che poi trasportano gli uomini. Tra i jihadisti e i Narcos c'è un filo che è molto difficile da spezzare". Queste le parole di Mario Giro, viceministro agli Affari esteri, intervenuto a "Fatti e Misfatti" su Tgcom24. In Libia, ha proseguito Giro, "c'era un'economia florida, ma ora il traffico di esseri umani è uno dei pochi business rimasti, in molti ci vivono. Per questo è necessario ricostruire la pace nel Paese, in modo che l'economia possa ripartire".

"Le Ong sono un potere globale che interviene su tutti i fronti - ha proseguito il viceministro - sono un fenomeno della globalizzazione. Da dove prendono i soldi è pubblico, sui loro siti, sono trasparenti. Open Arms ad esempio, che lavora sul Mediterraneo, ha le parrocchie tedesche, ma ci sono anche filantropi americani. Si tratta di un falso bersaglio, più se ne parla più si fanno pubblicità".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali