Speciale Il conflitto in Medioriente

Le notizie in tempo reale

Medioriente, Israele: "Otto soldati morti in esplosione blindato a Rafah" | Migliaia di persone in piazza contro Netanyahu

Media Palestina: "Almeno 19 morti in attacchi israeliani a est di Gaza City". Aerei da combattimento hanno attaccato una struttura militare di Hezbollah in Libano

di Redazione online
15 Giu 2024 - 22:44
LIVE
Ultimo aggiornamento: un mese fa

La guerra in Medioriente tra Israele e Hamas giunge al giorno 253. Almeno 19 persone sono morte negli attacchi aerei israeliani lanciati la scorsa notte contro edifici situati a est di Gaza City. Lo riporta l'agenzia di stampa palestinese Wafa. Le forze di difesa israeliane rendono noto che otto soldati sono rimasti uccisi nell'esplosione di un veicolo corazzato vicino alla città di Rafah, nel sud di Gaza. Venerdì sera aerei da combattimento hanno attaccato una struttura militare di Hezbollah nell'area di Kafr Kela, nel sud del Libano.

I quattro ostaggi liberati dall'Idf in un'operazione a Nuseirat

1 di 3
© Twitter © Twitter © Twitter © Twitter

© Twitter

© Twitter


Come ormai ogni sabato da mesi, migliaia di manifestanti sono scesi in piazza in diverse città di Israele per chiedere la liberazione degli ostaggi e protestare contro il governo di Benjamin Netanyahu. Questa sera, anche Benny Gantz partecipa a una manifestazione a Sha'ar HaNegev nel sud di Israele, meno di una settimana dopo essersi dimesso dal governo. Manifestanti si sono radunati anche davanti alla residenza ufficiale di Netanyahu a Gerusalemme e a Tel Aviv, dove il leader dell'opposizione Yair Lapid accusa il premier di "temporeggiare in modo che la gente dimentichi che è colpevole e responsabile" dell'assalto di Hamas.


"Non lasciate che nessuno vi distragga da un fatto semplice e chiaro: nonostante il costo elevato e sconcertante, dobbiamo attenerci agli obiettivi della guerra: la distruzione delle capacità militari e governative di Hamas, il ritorno di tutti i nostri rapiti, assicurandoci che Gaza non rappresenti più una minaccia per Israele". Così il premier israeliano Benyamin Netanyahu esprimendo in video il dolore per gli 8 soldati morti oggi a Rafah. "Oggi abbiamo pagato un altro prezzo straziante nella nostra giusta guerra per la difesa della Patria. Con profondo dolore, in profondo lutto, piango la caduta dei nostri eroici guerrieri".


Otto soldati sono rimasti uccisi nell'esplosione di un veicolo corazzato vicino alla città di Rafah, nel sud di Gaza: lo hanno riferito sabato le forze di difesa israeliane, come riporta Haaretz. Il capitano Wassem Mahmoud, 23 anni, del villaggio di Beit Jann, nel nord di Israele, è uno dei soldati uccisi.


La Mezzaluna rossa palestinese ha scritto sul suo account X che dall'inizio della guerra nella Striscia di Gaza "sono stati uccisi 498 operatori sanitari". 


Gli Stati Uniti impongono sanzioni a un "gruppo di estremisti israeliani" per aver bloccato gli aiuti a Gaza. "Per mesi i membri di Tzav 9 hanno ripetutamente impedito la consegna di aiuti umanitari a Gaza, in alcuni casi bloccando le strade, in altri con la violenza", ha detto il portavoce del dipartimento di Stato Matthew Miller, sottolineando che il gruppo ha anche "danneggiato i camion con gli aiuti e gettato gli aiuti umanitari per strada". 


Diversi droni lanciati dal Libano sono caduti nella zona di Goren, nel nord di Israele, "causando un incendio". Lo ha riferito l'esercito israeliano, precisando su Telegram che non sono state segnalate vittime. Da parte sua, il gruppo libanese Hezbollah ha rivendicato il lancio di "uno squadrone di droni contro la base di Khirbet Maar", nel nord di Israele. 


Le forze armate israeliane hanno reso noto che venerdì sera aerei da combattimento hanno attaccato una struttura militare di Hezbollah nell'area di Kafr Kela, nel sud del Libano. Lo riportano i media israeliani.


Almeno 19 persone sono morte negli attacchi aerei israeliani lanciati la scorsa notte contro edifici situati a est di Gaza City. Lo riporta l'agenzia di stampa palestinese Wafa.


Il molo temporaneo costruito dagli Stati Uniti per consegnare aiuti a Gaza sarà temporaneamente spostato per l'atteso maltempo. Lo ha annuncia il US Central Command. "La sicurezza dei nostri militari è la priorità e il suo temporaneo ricollocamento" a un porto israeliano eviterà "danni strutturali".