Speciale Il conflitto in Medioriente

Le notizie in tempo reale

Israele colpisce una scuola Unrwa: almeno 40 morti | L'esercito: "Dentro almeno 20-30 terroristi" | Usa chiedono "piena trasparenza" sull'attacco

L'Unrwa ha riferito che la struttura ospitava oltre 6mila sfollati quando è stata colpita

di Redazione online
06 Giu 2024 - 21:00
LIVE
Ultimo aggiornamento: un mese fa

La guerra in Medioriente tra Israele e Hamas giunge al giorno 244. Un raid israeliano ha colpito una scuola dell'Unrwa, l'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, nel centro di Gaza, provocando almeno 40 morti. Per l'esercito di Tel Aviv "in quella struttura c'erano almeno 20-30 terroristi che organizzavano attacchi contro di noi". Hamas ha prontamente respinto le accuse sostenendo che nella scuola non ci fosse un posto di comando. L'Unrwa ha riferito che la scuola ospitava oltre 6mila sfollati quando è stata colpita. Gli Usa hanno chiesto "piena trasparenza" sull'attacco.

Gaza, Israele colpisce una scuola dell'Unrwa a Nuseirat: morti e feriti

1 di 32
© Ansa © Ansa © Ansa © Ansa

© Ansa

© Ansa


Gli Stati Uniti chiedono "piena trasparenza" sull'attacco di Israele alla scuola dell'Unrwa. Lo afferma il portavoce del Dipartimento di Stato, Matthew Miller.


Il leader di Hamas a Gaza, Yahya Sinwar, ha informato i Paesi mediatori che "Hamas non consegnerà le armi né firmerà una proposta che lo richieda". Lo ha riferito il Wall Stret Journal, ripreso dai media israeliani. Secondo il giornale, Sinwar ha inoltre affermato che accetterà un accordo con gli ostaggi solo se Israele si impegnerà ad un cessate il fuoco permanente.


Il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres denuncia un "nuovo terrificante esempio del prezzo pagato dai civili" a Gaza. Lo ha detto il portavoce del Palazzo di Vetro, Stephane Dujarric, in merito all'attacco israeliano contro una scuola di Unrwa. "Questo è l'ennesimo esempio terrificatne del prezzo pagato dai civili palestinesi, uomini, donne e bambini che cercano solo di sopravvivere, costretti a muoversi in una sorta di circolo della morte attraverso Gaza", ha aggiunto il portavoce. 


Un alto funzionario di Hamas afferma che l'accordo di cessate il fuoco proposto da Joe Biden siano "solo parole" e il gruppo estremista non ha ricevuto alcun impegno scritto relativo a una tregua. Osama Hamdan, un funzionario di Hamas con sede a Beirut, ha dichiarato all'Afp: "Non c'è alcuna proposta, sono solo parole dette da Biden in un discorso. Finora gli americani non hanno presentato nulla di documentato o scritto che li impegni a ciò che Biden ha detto nel suo discorso". 


L'amministrazione Biden ha messo in guardia nelle ultime settimane Israele sulla possibilita' che una "guerra limitata" in Libano avrebbe potuto spingere l'Iran a intervenire. Lo riporta Axios citando fonti israeliane e americane. Gli Stati Uniti e la Francia hanno cercato di trovare una soluzione diplomatica per ridurre le tensioni al confine fra Israele e Libano ma finora non hanno avuto successo.


Tre palestinesi sono stati uccisi e altri feriti a Jenin, nel nord della Cisgiordania, in alcuni scontri a fuoco con l'esercito israeliano. Lo riferisce, citando fonti mediche, l'agenzia Wafa secondo cui i palestinesi sono stati colpiti "dai proiettili delle forze di occupazione israeliane". Si tratta, ha aggiunto la Wafa, di Ibrahim Taher Muhammad Al Saadi (21 anni), dell'adolescente Issa Nafez Jallad (17) e Uday Ayman Mar'i (24). I media israeliani hanno riferito che l'Idf ha circondato una casa ed è stato visto anche l'intervento di un elicottero. 


"Siamo preparati e pronti. Quando riceveremo l'ordine per questo, il nemico si troverà di fronte un esercito forte". Lo ha detto il comandante del Fronte nord israeliano Ori Gordin confermando che l'Idf ha completato le preparazioni la scorsa settimana per un possibile attacco al nord del Paese. Gordin, che ha parlato in una cerimonia per i 18 anni della Seconda guerra in Libano, ha aggiunto che la "missione è chiara". "Ed è quella, ha spiegato, di cambiare la situazione della sicurezza in modo che gli sfollati dal nord possano tornare a casa il più presto possibile". 


Serve "un'indagine indipendente sull'attacco alla scuola dell'Unrwa" a Gaza. E' quanto scrive su X l'Alto rappresentante Ue Josep Borrell. 


Da 17 Paesi arriva la richiesta ai leader di Israele e Hamas di fare tutti i compromessi finali necessari per concludere l'accordo sul cessate il fuoco a Gaza e la liberazione degli ostaggi, sulla base del piano del presidente Usa Joe Biden. All'appello diffuso dalla Casa Bianca aderiscono Stati Uniti, Spagna, Argentina, Brasile, Bulgaria, Canada, Colombia, Danimarca, Francia, Germania, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Thailandia e Gran Bretagna. Quali "leader di Paesi profondamente preoccupati per gli ostaggi, tra cui molti dei nostri cittadini, sosteniamo pienamente il movimento" per la tregua e un accordo sul rilascio degli ostaggi". 


Il gruppo yemenita Houthi, sostenuto dall'Iran, ha dichiarato di aver lanciato due operazioni militari congiunte con la resistenza islamica irachena contro le navi nel porto israeliano di Haifa. "La prima ha preso di mira due navi che trasportavano equipaggiamenti militari nel porto di Haifa, mentre la seconda ha preso di mira una nave che violava il divieto di ingresso nel porto", ha detto in tv il portavoce militare Houthi Yahya Saree, come riferiscono Al Marisah e i siti israeliani. 


"La scuola ospitava 6mila sfollati quando e' stata colpita. Almeno 35 persone sono state uccise e molte altre ferite". È quanto afferma Philippe Lazzarini, Commissario generale dell'Unrwa in un post sui social. "Le affermazioni secondo cui gruppi armati potrebbero essere stati all'interno del rifugio sono scioccanti. Tuttavia, non siamo in grado di verificare queste affermazioni - ha aggiunto  - attaccare, prendere di mira o utilizzare edifici delle Nazioni Unite per scopi militari è una palese violazione del diritto internazionale umanitario".


"Rafael Kauders, un riservista italo-israeliano di 39 anni dell'esercito israeliano, è stato ucciso a seguito di un attacco di Hezbollah nel nord di Israele. Ho appena parlato con la famiglia, attiva nella comunita' italiana in Israele, per esprimere le condoglianze a nome di tutto il governo". Lo ha reso noto il ministro degli Esteri Antonio Tajani su X.



Israele non ha ancora avuto "una risposta formale" da parte di Hamas sulla roadmap per la tregua e il rilascio degli ostaggi. Lo ha detto un funzionario israeliano a Kan tv riferendosi a quanto sostenuto da un media saudita secondo il quale per Hamas ogni proposta deve includere garanzie per la fine della guerra. 


L'agenzia saudita Asharq Al-Awsat ha riferito che i funzionari di Hamas hanno respinto la proposta di accordo di Israele per il cessate il fuoco e il rilascio degli ostaggi, sostenendo che fosse fondamentalmente diversa da quella presentata dal presidente statunitense Joe Biden. Fonti di Hamas hanno detto ad Asharq Al-Awsat di volere chiare garanzie sulla fine della guerra. "Israele sta facendo manipolazione. Vogliono una tregua temporanea, poi la guerra riprenderà. Usano testi ambigui che sono aperti all'interpretazione", ha affermato una fonte del gruppo palestinese.


L'agenzia saudita Asharq Al-Awsat ha riferito che i funzionari di Hamas hanno respinto la proposta di accordo di Israele per il cessate il fuoco e il rilascio degli ostaggi, sostenendo che fosse fondamentalmente diversa da quella presentata dal presidente statunitense Joe Biden. Fonti di Hamas hanno detto ad Asharq Al-Awsat di volere chiare garanzie sulla fine della guerra. "Israele sta facendo manipolazione. Vogliono una tregua temporanea, poi la guerra riprenderà. Usano testi ambigui che sono aperti all'interpretazione", ha affermato una fonte del gruppo palestinese.


Sale a 37 morti, secondo fonti di un ospedale a Gaza, il bilancio dell'attacco israeliano della notte contro una scuola dell'Unrwa che ospitava sfollati a Nuseirat, nella Striscia di Gaza centrale, e che secondo i militari israeliani era usata come rifugio da Hamas. L'ospedale dei martiri di Al-Aqsa a Deir al Balah ha fatto sapere di aver ricevuto "37 martiri" dall'attacco alla scuola dell'Onu, aggiornando così un precedente bilancio diffuso dall'ufficio stampa di Hamas che indicava 27 morti.


Nel sito di Hamas attaccato a Nuseirat dentro una scuola dell'Unrwa "operavano terroristi di Hamas e della Jihad islamica che appartenevano alla forza Nukhba e che hanno preso parte all'attacco omicida del 7 ottobre alle comunità israeliane". Prima dell'attacco - ha aggiunto la fonte - "sono stati intrapresi passi per ridurre il rischio di danneggiare civili non coinvolti, incluse sorveglianza aerea e altre informazioni di intelligence".


Le forze di difesa israeliane hanno riferito di avere ucciso tre estremisti palestinesi che cercavano di entrare in Israele dalla zona di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza. In un comunicato, l'Idf ha affermato che i soldati hanno incontrato degli uomini armati mentre effettuavano ricerche nell'area. I sospetti, secondo quanto spiegato, hanno aperto il fuoco contro i militari, che hanno risposto. Un aereo ha quindi effettuato un attacco, uccidendo due degli uomini armati. Un terzo uomo è stato ucciso poco dopo dal fuoco di un carro armato.


Almeno 32 persone sono state uccise e decine ferite in un attacco israeliano contro una scuola che ospita sfollati nel campo profughi di Nuseirat, nel centro di Gaza. L'esercito israeliano ha confermato che i suoi aerei da combattimento hanno preso di mira una scuola dell'Unrwa nella zona. Lo riporta il sito di Al Jazeera.


L'ufficio stampa del governo di Gaza gestito da Hamas ha annunciato che almeno 27 persone sono morte e decine sono rimaste ferite nell'attacco israeliano della notte scorsa contro una scuola dell'Unrwa che ospitava sfollati a Nuseirat, nella Striscia di Gaza centrale: lo riporta l'agenzia di stampa Reuters sul suo sito. Ismail Al-Thawabta, direttore dell'ufficio stampa, ha respinto le affermazioni di Israele secondo cui nella scuola dell'Agenzia Onu per i rifugiati palestinesi a Nuseirat c'era un posto di comando di Hamas. L'ufficio stampa di Hamas ha accusato Israele di aver commesso un "massacro orribile", riporta la Bbc.


L'Aeronautica militare israeliana ha attaccato nella notte un complesso di Hamas all'interno di una scuola dell'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa), nell'area di Nuseirat, "eliminando diversi terroristi che progettavano di compiere attacchi terroristici e promuovere attività terroristiche contro le truppe dell'Idf nell'immediato" futuro. Lo ha reso noto l'Idf su Telegram.