FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Indonesia, chi rifiuta di indossare la mascherina deve scavare le tombe per le vittime del coronavirus

La decisione è stata presa dal governatore della provincia East Java per incentivare le persone a mettere il dispositivo di protezione ed evitare il contagio

Una punizione forte quella adottata nella provincia di East Java, in Indonesia, per chi non indossa le mascherine: scavare tombe per le vittime di coronavirus. Lo riporta il Jakarta Times, secondo il quale il provvedimento è giù stato messo in pratica nei confronti di otto persone che si son rifiutate di mettere il dispositivo di protezione. La decisione è stata presa dal governatore della provincia, Suyono, per incentivare le persone a indossare la mascherina ed evitare il contagio. "Spero che, in questo modo, diminuiscano le violazioni", ha detto.

I trasgressori sono costretti a effettuare il lavoro manuale (la rimozione del terreno e la sistemazione di assi di legno nella fossa), ma poi a occuparsi dei corpi sono i funzionari della sanità pubblica.

 

Non solo. Vista la carenza di personale nel cimitero pubblico di Ngabetan, il governatore ha pensato che la punizione potesse essere anche una buona occasione per potenziare l'organico. "Ci sono solo tre becchini disponibili al momento, quindi ho pensato che avrei potuto mettere queste persone a lavorare con loro", ha dichiarato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali