FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Hong Kong, scontri e arresti durante veglia per Tienanmen

La cerimonia, che si tiene da 31 anni, era stata vietata dalle autorità locali sulla base delle misure anti-Covid

Scontri con la polizia e arresti a Hong Kong durante la veglia di commemorazione del massacro di piazza Tienanmen, avvenuto 31 anni fa. La cerimonia era stata vietata dalle autorità locali sulla base delle misure anti-Covid. Per disperdere la folla, la polizia ha lanciato cartucce urticanti contro gli attivisti. Poco prima, gli agenti avevano issato la bandiera blu, l'invito a sciogliere ogni assembramento illegale in vista del possibile uso della forza.

Hong Kong Free Press ha segnalato che poliziotti in borghese hanno effettuato un numero imprecisato di arresti, che, secondo quanto reso noto dalla polizia in un tweet, sono stati eseguiti per l'occupazione e il blocco delle strade. Si tratta, in particolare, di interventi contro la violazione delle leggi. 

 

Migliaia di candele illuminano Hong Kong per ricordare Piazza Tienanmen

Migliaia di candele hanno illuminato la sera di Hong Kong per ricordare la repressione di piazza Tienanmen del 4 giugno del 1989 e le vittime delle proteste pro-democrazia stroncate dalle truppe dell'esercito di liberazione popolare nel sangue. Malgrado i divieti, le candele sono state accese ovunque nella città, dai centri commerciali alle chiese, mentre una diretta in streaming da Victoria Park, il cuore della veglia negata dalla polizia, ha mostrato la presenza di centinaia di persone. A margine della veglia, la polizia ha proceduto anche a degli arresti. 

 

Oltretutto la tormentata veglia di quest'anno potrebbe essere l'ultima. In chiusura della manifestazione a Victoria Park, Lee Cheuk-yan, esponente dell'Alleanza di Hong Kong per i movimenti patriottici democratici della Cina, ha sottolineato come "la legge sulla sicurezza nazionale, fatta in Cina, sta arrivando a Hong Kong e sarà imposta unilateralmente" facendo riferimento alla bozza di legge approvata dal Congresso nazionale del popolo. "Noi - ha proseguito - non sappiamo se potremo avere una veglia con le candele il prossimo anno (...) ma anche allora noi continueremo a venire a Victoria Parl per accendere le candele. Chiudo al popolo di Hong Kong di accendere con noi una candela anche il prossimo anno. Lotteremo e faremo sì che il mondo sappia che noi non rinunciamo alla nostra libertà". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali