FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Guerra in Ucraina, le armi che l'Italia invia a Kiev

Dagli Stinger alle bombe da mortaio, dai lanciatori Milan ai missili Mk72

LʼItalia invia armi allʼUcraina: ecco cosa sarà spedito

Dagli Stinger a migliaia di bombe da mortaio 120, da centinaia di missili anti-carro Milan a migliaia di elmetti e giubotti antiproiettile e quasi 200 missili C-c Mk72Law.

E poi anche razioni alimentari da combattimento e mitragliatrici Browning. E' questa una parte dell'artiglieria che l'Italia ha deciso di inviare alla resistenza ucraina per difendersi dall'invasione russa, come scrive Il Fatto Quotidiano, che ha "visionato un documento in cui vengono elencati munizioni, missili e mitragliatrici". Lista di armi che sarebbe stata secretata dal governo, che ha condiviso la scelta con il Copasir, Il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica.

 

Dall'Italia le spedizioni di armi ed equipaggiamenti, scrive Il Fatto, sono dirette dal Comando Operativo di Vertice Interforze (Covi) guidato dal commissario straordinario generale Francesco Paolo Figliuolo. E si occuperà la Nato della consegna logistica sul territorio ucraino.

 

 

Prima dell'invio, gli armamenti vengono reperiti nei vari magazzini e ne viene verificata l'efficienza. "Armi funzionanti, ma obsolete", per gli esperti sentiti da Il Fatto Quotidiano.

 

Ti potrebbe interessare anche:

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali