FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gilet gialli, scontri a Parigi dopo la fine del corteo

I giovani vestiti di nero e con il passamontagna hanno cominciato a lanciare oggetti contro le forze dellʼordine, che li hanno respinti lanciando gas lacrimogeni

Scontri fra una sessantina di black bloc, arrivati al termine della manifestazione dei Gilet Gialli a Parigi, e la polizia, dopo una giornata trascorsa nella calma: i tafferugli sono scoppiati a boulevard de Strasbourg, non lontano da Place de la Republique. I giovani vestiti di nero e con il passamontagna hanno cominciato a lanciare oggetti contro le forze dell'ordine, che li hanno respinti lanciando gas lacrimogeni.

Il 19esimo atto della protesta dei gilet gialli, con le nuove disposizioni impartite alla polizia e i nuovi vertici nominati alla prefettura di Parigi, si è svolto quasi ovunque in un clima tranquillo. Pochi i tafferugli, soprattutto alla fine delle manifestazioni. Soddisfatto il ministro dell'Interno Castaner: "L'ordine repubblicano è stato mantenuto".

L'elemento di novità più atteso e discusso, quello dei militari dell'antiterrorismo utilizzati per la prima volta in occasione delle manifestazioni, è passato inosservato. I soldati sono stati impiegati di guardia in luoghi fissi e delicati, lontani dai punti di ritrovo dei manifestanti. Divergenti, alla fine di una giornata dal clima profondamente diverso rispetto a quello di caos e devastazione di una settimana fa, i dati sulla partecipazione: 40.500 in tutta la Francia (in aumento rispetto ai 32.300 di una settimana fa), ma 5mila a Parigi, la metà del sabato nero sugli Champs-Elysees.

La giornata era cominciata con qualche preoccupazione a Nizza, dove alcune decine di gilet gialli avevano invaso piazza Garibaldi nonostante il divieto delle autorità: sgombero in pochi minuti, lancio di lacrimogeni, qualche tafferuglio con una donna di 75 anni finita in terra con una ferita leggera alla testa. Durante tutta la giornata, gli scontri più importanti sono stati registrati in provincia, a Lille soprattutto, ma nel pomeriggio anche a Montpellier, a Tolosa e a Lione. A Parigi, gli Champs-Elysees vietati ai manifestanti sono rimasti deserti, a parte i numerosi furgoni della polizia.

Dalla piazza Denfert-Rochereau il corteo ha puntato - senza incidenti - a Montmartre, dove uno striscione giallo è stato esposto sulla sommità della basilica, anche se per pochi minuti.

La tensione è arrivata soltanto alla fine, con una sessantina di black-bloc che hanno lanciato oggetti contro la polizia sul boulevard de Strasbourg, incendiando qualche cassonetto. Respinti, sono rimasti poi fuori dal recinto blindatissimo di place de la Republique, dove è stato dato l'ordine di dispersione. Un poliziotto è stato colpito da infarto e a lui e alla donna ferita a Nizza sono andati gli auguri di Castaner a fine giornata.

Gilet gialli, scontri al termine della manifestazione

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali