FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Germania, lʼinfermiere killer in aula confessa: 100 omicidi commessi per mettersi in mostra

Nel 2015 era già stato condannato allʼergastolo per sei casi, poi cresciuti a dismisura. Considerato il killer più pericoloso della Germania dal Dopoguerra

Germania, l'infermiere killer in aula confessa: 100 omicidi commessi per mettersi in mostra

Iniettava farmaci non necessari e molto pericolosi ai pazienti delle cliniche di Oldenburg e Delmenhorst, nella Bassa Sassonia. Si è aperto il processo all'infermiere killer, già arrestato nel 2015 per aver provocato la morte di due persone, ora accusato di aver ucciso almeno 100 pazienti. E durante l'udienza, Niels Hoegen ha ammesso di essere colpevole degli omicidi a lui attribuiti.

L'intenzione di Hoegel sarebbe stata quella di creare problemi ai malati, per poi rianimarli e prendersi il merito di averli salvati. Per la Procura tedesca, avrebbe agito per noia e allo scopo principale di mettersi in luce agli occhi dei suoi colleghi. Il suo è considerato il più grande crimine perpetrato da un individuo dal Dopoguerra ad oggi. 

Gli omicidi sono avvenuti tra il 2000 e il 2005 e le vittime avevano tra i 34 e i 96 anni. Con forti sospetti del suo piano sadico, nel 2005 l'operatore sanitario era stato arrestato e condannato a cinque anni di carcere. Poi, i crimini sono cresciuti: lui stesso aveva ammesso di aver iniettato farmaci dannosi per l'organismo ad almeno 90 persone. La mano assassina del quarantenne è stata fermata da un collega che ha inavvertitamente assistito a una delle sue abituali punture.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali