FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gandhi, profanata la tomba e rubate le sue ceneri 

In occasione del suo 150° compleanno, nel memoriale è apparsa la scritta "traditore"

gandhi, Bapu Bhawan, 

Triste sorpresa per il Mahatma Gandhi nel 150° anniversario della sua nascita. Uno sconosciuto si è introdotto nel suo memoriale a Bapu Bhawan e ha rubato le ceneri del padre dell'indipendenza indiana. Inoltre, su un poster che lo ritraeva è apparsa la scritta "traditore", realizzata con la vernice spray verde. L'insulto fa riferimento all'apertura di Gandhi verso l'unità culturale tra indù e musulmani, fortemente criticata dalle flange estremiste di entrambi i credi religiosi.

Un furto "vergognoso" - A dare l'allarme è stato il custode del Bhawan, Mangaldeep Tiwari, che ha dichiarato alle forze dell'ordine: "Ho aperto il cancello al mattino presto, perché era il compleanno del Mahatma, ma quando sono tornato verso e 23 per chiudere ho trovato i resti di Gandhi dispersi e quella scritta a deturpare il suo ritratto. E' un atto vergognoso". La polizia, dopo la denuncia del leader politico del Congresso locale Gurmeet Singh, ha avviato un'indagine per furto sulla base di azioni "pregiudizievoli per l'integrazione nazionale e di potenziale violazione della pace". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali