FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Francia, non si ferma la protesta dei gilet gialli: cortei e blocchi a Capodanno

Per la notte di San Silvestro è stato annunciato un corteo "pacifico e festoso" lungo gli Champs Elysées. Manifestazioni a Parigi e in molte altre città del Paese

Francia, non si ferma la protesta dei gilet gialli: cortei e blocchi a Capodanno

Non si ferma la protesta dei gilet gialli, che tornano in piazza nell'ultimo weekend del 2019, il settimo dall'inizio della contestazione. I militanti non interromperanno le loro iniziative neanche a San Silvestro e a Capodanno, avvertono, a meno che dal governo non arrivino risposte "sufficienti" alle loro rivendicazioni.

Cortei e proteste a Parigi e nel Paese - Sabato le proteste saranno a Parigi e in diverse altre città, mentre nella notte di San Silvestro un corteo di militanti sfilerà lungo gli Champs Elysées, dove però i militanti organizzeranno una dimostrazione "pacifica e festosa", puntualizzano gli esponenti del movimento.

"Siamo ancora mobilitati - ha spiegato una delle leader del movimento, Laetitia Dewalle -. E continueremo, anche se in questi ultimi il governo ha smantellato una gran parte di posti di blocco". Assembramenti vengono annunciati nelle regioni di Rennes, Marsiglia e Bordeaux.

I negozianti: "Saldi in anticipo" - Davanti a questo braccio di ferro che sembra non finire mai, i commercianti francesi, in particolare quelli parigini, chiedono di poter anticipare l'inizio dei saldi per tentare di recuperare parte degli incassi perduti durante i sei weekend di protesta. E' quanto scrive Le Figaro, precisando che la data di inizio delle vendite sottocosto è al momento fissata al 9 gennaio, mentre i commercianti chiedono di anticiparla al 2-3 del mese.

Francis Palombi, presidente della Confederazione dei commercianti indipendenti di Francia (Cdf), parla di una perdita media del 25% degli introiti per i suoi associati: "Ci riporta ad una situazione che abbiamo già vissuto con gli attentati del 2015, l'effetto è simile", ha dichiarato a France Info, spiegando di aver avanzato la richiesta di cominciare i saldi subito dopo Capodanno alla sottosegretaria all'Economia Agnès Pannier-Runacher. "Cominciare il 2 o 3 gennaio - ha spiegato - ci consentirebbe di iniziare il mese in condizioni non troppo catastrofiche".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali