FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Parigi, Macron in Dad: a lezione di storia con gli studenti delle medie

Il 6 aprile, il presidente francese Emmanuel Macron ha partecipato a una videolezione di storia su Zoom con una classe di studenti della scuola media Itard di Oraison. Il presidente esclude che la chiusura delle scuole (una settimana a distanza prima delle vacanze di aprile, poi un'altra settimana soltanto per medie e licei) possa essere prolungata, a prescindere dai dati sull'epidemia. "E' essenziale - ha detto - che si riprendano le lezioni in presenza per le materne e le elementari il 26 aprile, e per medie e licei la settimana dopo. Non ho condizionato la riapertura delle materne e delle elementari, poi di medie e licei, ad indicatori sanitari. Perché? Perché queste 3 settimane di assenza fisica dalle lezioni sono già uno sforzo importante. La scuola è un posto in cui il virus circola, ma non è quello in cui il virus circola di più. Si tratta, invece, di un luogo in cui si gioca il futuro del nostro Paese. Non penso che abbiamo il diritto di sacrificare il futuro del nostro paese alla situazione presente". "La salute - ha continuato - è il nostro primo obiettivo, ma io ho posto come priorità anche l'istruzione".

Parigi, Macron in Dad: a lezione di storia con gli studenti delle medie

clicca per guardare tutte le foto della gallery

Il 6 aprile, il presidente francese Emmanuel Macron ha partecipato a una videolezione di storia su Zoom con una classe di studenti della scuola media Itard di Oraison. Il presidente esclude che la chiusura delle scuole (una settimana a distanza prima delle vacanze di aprile, poi un'altra settimana soltanto per medie e licei) possa essere prolungata, a prescindere dai dati sull'epidemia. "E' essenziale - ha detto - che si riprendano le lezioni in presenza per le materne e le elementari il 26 aprile, e per medie e licei la settimana dopo. Non ho condizionato la riapertura delle materne e delle elementari, poi di medie e licei, ad indicatori sanitari. Perché? Perché queste 3 settimane di assenza fisica dalle lezioni sono già uno sforzo importante. La scuola è un posto in cui il virus circola, ma non è quello in cui il virus circola di più. Si tratta, invece, di un luogo in cui si gioca il futuro del nostro Paese. Non penso che abbiamo il diritto di sacrificare il futuro del nostro paese alla situazione presente". "La salute - ha continuato - è il nostro primo obiettivo, ma io ho posto come priorità anche l'istruzione".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali