FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Floyd, New York: stretta al collo punibile fino a 15 anni

Il governatore Andrew Cuomo ha firmato quello che ha definito il pacchetto di riforme della polizia "più aggressivo" nel Paese nonostante la forte opposizione dei sindacati di settore

andrew cuomo

Sfidando la forte opposizione dei sindacati di polizia, il governatore di New York Andrew Cuomo ha firmato quello che ha definito il pacchetto di riforme delle forze dell'ordine "più aggressivo" nel Paese, dopo l'ondata di proteste per la morte di George Floyd. Il pacchetto prevede che la stretta al collo che ha ucciso Floyd diventi un reato penale punibile con una condanna fino a 15 anni di carcere

Un altro provvedimento importante è l'abolizione della segretezza sui precedenti disciplinari degli esponenti delle forze dell'ordine. Tutti gli agenti di polizia statale dovranno indossare inoltre la body-cam e riportare entro sei ore episodi in cui sparando possono aver colpito qualcuno. "La verità è che queste riforme della polizia erano dovute da tempo e l'omicidio di Floyd è solo l'omicidio più recente", ha osservato Cuomo, che ha anche subordinato il finanziamento statale a governi locali e dipartimenti di polizia all'attuazione di riforme entro il 1 aprile.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali