LA SIGNORA IN NERO

Florida, un avvocato vestito da Morte in spiaggia:non uscite, il virus è in agguato

La campagna di un legale contro la riapertura delle località turistiche nello Stato americano: "Così la malattia sarà presto fuori controllo"

02 Mag 2020 - 10:03
1 di 4
© Twitter © Twitter © Twitter © Twitter

© Twitter

© Twitter

Un abito e un mantello nero, una falce in mano e il volto coperto. Così Daniel Uhlfelder, un avvocato americano, si è presentato sulle spiagge della Florida per lanciare agli abitanti del Paese il suo messaggio inquietante ma realistico: il virus è ancora forte, restate a casa e non uscite. Permettere agli abitanti, ancora in piena pandemia, di andare al mare, è un grave errore, avverte Uhlfelder. 

L'avvertimento della "signora in nero" - E il suo travestimento è un macabro avvertimento che ha voluto lanciare allo Stato americano noto in tuto il mondo per le sue splendide spiagge e per il suo bellissimo mare. Sul suo account Twitter, Uhlfelder ha pubblicato le foto scattate tra postazioni di bagnini e luminose distese di sabbia, sempre con la presenza di quella figura vestita di nero che incombe sullo scenario estivo. E alla Cnn ha dichiarato: "Non abbiamo sufficienti informazioni su questo virus, non abbiamo test, dati, conoscenze adeguate. So quanto siano belle le nostre spiagge. Ma se non prendiamo misure adeguate, il virus andrà fuori controllo. E le spiagge che ho visitato venerdì erano troppo, troppo affollate". 

Inisomma, l'avvocato lancia il suo grido d'allarme a tutti quelli che si trovano in Florida invitando a non andare in spiaggia, a evitare i luoghi affollati, per fermare la diffusione della pandemia. E sul suo account Twitter, posta splendide foto in cui si vedono i paesaggi di sabbia, sole e mare della Florida, ma sui quali incombe quella figura funerea con la falce tra le mani.  

I numeri del virus in Florida - In Florida si contano oggi 34.728 casi di coronavirus e 1.314 sono fino ad oggi le vittime della malattia. Ma il governatore Ron DeSantis ha difeso la decisione di aprire le spiagge nello Stato e annunciato per la prossima settimana la possibilità di visitare i parchi, spiegando che, secondo uno studio del dipartimento locale di Sicurezza, il caldo e l'umidità uccidono il virus, che nei luoghi aperti si trasmette con più difficoltà. Tutti discorsi che non hanno convinto l'avvocato Uhlfelder, che ha lanciato la sua campagna contro mare e spiaggia in tempi di coronavirus. 

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri