FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Filippine, "mattanza" di spacciatori su ordine del neo-presidente Duterte

Il premier aveva promesso in campagna elettorale un giro di vite contro il narcotraffico: in due mesi più di cento morti tra sospetti venditori e acquirenti di droga

Filippine, "mattanza" di spacciatori su ordine del neo-presidente Duterte
Rodrigo Duterte, neo-presidente delle Filippine

Il tanto annunciato giro di vite contro il narcotraffico, ad opera del neo-presidente filippino Rodrigo Duterte, è diventato realtà. Da quando il premier è entrato in carica (30 giugno), trenta spacciatori sono stati freddati dalla polizia e sono stati sequestrati narcotici per un valore di 18 milioni di euro. Nella sola giornata del 3 luglio, cinque venditori di droga sono stati uccisi in una sparatoria vicino al palazzo presidenziale.

Sin dall'inizio della campagna elettorale, Rodrigo Duterte è stato fortemente criticato per i toni duri e le sue provocazioni: aveva infatti promesso una sorta di "mattanza" di spacciatori, al fine di limitare lo sviluppo del narcotraffico nelle Filippine. Dal 9 maggio scorso, data in cui Duterte è stato eletto, sono morte più di cento persone per mano della polizia: tra esse presunti stupratori, ladri e acquirenti di droga. Non sono mancate le polemiche: vi è chi parla di "esecuzioni sommarie" di persone solamente sospettate di aver commesso un reato, e dunque senza una reale prova della loro colpevolezza.

Duterte ha anche definito cinque poliziotti di alto rango - alcuni attivi, alcuni già in pensione - come "protettori" dei cartelli della droga, e ne ha sollevati altri dal loro incarico: l'obiettivo è evitare qualsiasi coinvolgimento in questioni di spaccio da parte delle forze dell'ordine, caratterizzate dalla presenza di molti uomini corrotti. Il neo-presidente ha infatti promesso di liberare il Paese dagli stupefacenti e dalla criminalità in soli sei mesi, e ha promesso che tale lotta sarà "sporca" e "sanguinosa".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali