FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Epstein pagò mezzo milione di dollari all'accusatrice del principe Andrea

Quell'accordo, secondo i legali del duca di York, vieterebbe alla Giuffre, tra le presunte vittime del miliardario, di fare causa al figlio della regina Elisabetta

Jeffrey Epstein ha pagato 500mila dollari all'accusatrice del principe Andrea tramite un patteggiamento nel 2009. I legali del duca di York ritengono che l'accordo vieti a Virginia Giuffre, una delle presunte vittime minorenni del finanziere morto suicida in carcere, di fare causa contro il figlio della regina Elisabetta in quanto il documento firmato fa riferimento anche a "qualunque persona" che potesse essere un potenziale imputato.

Nel patteggiamento pubblicato, che venne raggiunto tra le parti nel 2009, Andrea non viene esplicitamente nominato. L'accordo è stato reso noto nell'ambito dell'azione legale civile avviata dalla donna contro il duca di York, che è tra gli uomini, secondo l'accusa, ai quali Epstein l'avrebbe concessa per abusi sessuali. 

 

Lo scorso ottobre proprio i legali del duca di York avevano messo in evidenza come il patteggiamento avesse schermato Epstein e molti altri da tutte le accuse. "Per evitare di essere trascinato in futuro dispute legali, Epstein aveva negoziato un accordo che copriva le altre persone identificati da Giuffre come potenziali target di altre azioni legali a prescindere dal loro merito". 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali