FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Covid, Oms: ancora focolai in alcuni Paesi | In Gb picco di casi tra gli staff delle compagnie aeree | Esteso il lockdown a Shanghai

In Gran Bretagna mille voli cancellati in pochi giorni dopo l'esplosione di contagi tra gli addetti. Gli esperti: impatti significativi per la forte contagiosità di Omicron 

Afp

Picco di casi Covid tra gli addetti di alcune compagnie aeree britanniche, il lockdown che continua a Shanghai dopo il nuovo massimo di casi nella metropoli e l'Organizzazione mondiale della sanità che avverte: "Molti Paesi stanno continuando a far fronte a focolai significativi".

Il virus torna a preoccupare in molte parti del mondo, mentre un po' dappertutto si allentano le misure di prevenzione.

 


Gran Bretagna, molti aerei a terra per colpa dei contagi

- In Gran Bretagna i contagi tra gli addetti delle compagnie aeree sta mandando in tilt il trasporto nei cieli, con mille voli da e per il Regno Unito cancellati negli ultimi giorni, in particolare da parte di Easyjet e British Airways, in seguito al numero record di dipendenti finiti in malattia proprio per il Covid. Inoltre, ai passeggeri è stato detto di aspettarsi altri disagi perché tale emergenza potrebbe durare a lungo.


 


Easyjet ha cancellato altri 60 voli nelle ultime 24 ore a fronte di un tasso di assenza del suo staff raddoppiato rispetto ai livelli normali. Tra i fattori che possono aver contribuito all'aumento dei contagi potrebbe esserci la fine dell'obbligo delle mascherine su molti voli delle compagnie britanniche, in particolare quelli interni. Tale misura è prevista dal passaggio, deciso dalle autorità nazionale, dalla gestione pandemica a quella endemica del virus, con la conseguente eliminazione delle restrizioni. 


 


Shanghai, avanti con il lockdown

- La situazione resta preoccupante anche in Cina, dove a Shanghai è stato toccato un nuovo picco di contagi accertati, 13.354, con il numero di casi attivi nel Paese ai massimi da inizio pandemia. E' stato quindi esteso a tutta la città e ai suoi 25 milioni di abitanti. Fino a lunedì la metropoli aveva misure restrittive per la zona orientale e quella occidentale. I residenti non possono uscire dalle proprie aree residenziali. La variante Omicron risulta altamente infettiva e sono stati effettuati tamponi a tappeto sulla popolazione. 


 


In Brasile oltre 30 milioni di casi da inizio pandemia

- In Brasile sono stati superati i 30 milioni di casi da inizio pandemia, con 13.361 nuovi contagi nelle ultime 24 ore e 165 morti e un numero totale di vittime pari a 660.321 e una media mobile delle infezioni a 22.922 e dei decessi a 194. 


 


Via le mascherine in molti Stati dell'India

- Preoccupa il caso India, dove l'uso della mascherina nei luoghi pubblici non è più obbligatorio in diversi Stati: la decisione è stata infatti giudicata "prematura" da vari esperti sanitari, secondo i quali nei luoghi più affollati sarebbe ancora necessario adottare le precauzioni. 


 


Oms: con Omicron ondata di trasmissione del virus

- La situazione nel mondo fa dire all'Oms che, se "alcuni Paesi sono stati in grado di compiere reali progressi contro la malattia, tuttavia molti continuano a far fronte a focolai significativi". "L'emergere di Omicron verso la fine del 2021 ha innescato un'ondata di trasmissione globale i cui impatti si fanno ancora sentire", dice il direttore esecutivo di Health Emergencies Programme dell'Oms, Michale J. Ryan, nel Rapporto annuale "Who's response to Covid-19". 


 


Fondazione Gimbe: "Risale la curva dei casi (+1,5% in 7 giorni), ma continua il calo dei ricoveri"


 


 


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali