FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid, Macron: "Lockdown in tutto il Paese ma le scuole resteranno aperte" | "400mila morti in più se non facciamo nulla"

Le misure a partire da venerdì e dureranno fino al 1 dicembre. Come in primavera, i francesi potranno uscire per lavorare e fare la spesa. Proibite riunioni private e riunioni pubbliche

macron
Afp

Il presidente francese Emmanuel Macron, rivolgendosi alla nazione, annuncia un lockdown "light". Il Paese, dice, "è sottoposto a un'ondata più letale della prima e la mia responsabilità è proteggere i francesi e la nostra economia". "Le restrizioni adottate finora - spiega - sono state utili ma non sufficienti e ora non bastano più. Urge un colpo di freno: le scuole resteranno aperte mentre chiuderanno diverse attività", come bar e ristoranti.

La Francia è "sopraffatta dall`improvvisa accelerazione dell'epidemia ed entro metà novembre ci saranno 9mila persone in terapia intensiva". Il capo dello Stato è tornato sulla strategia portata avanti dalla Francia dall'estate, che era quella di "convivere con il virus". "Si trattava di controllarne la circolazione facendo affidamento sulle nostre capacità di testare, allertare e proteggere. Questo è quello che facciamo da agosto. Abbiamo fatto tutto bene? No. Si può sempre migliorare", ha riconosciuto Macron, "Avremmo potuto andare più veloci all'inizio dei test, avremmo dovuto rispettare di più i gesti di barriera, in famiglia, con gli amici, i luoghi dove siamo più contagiati".

 

A Parigi scatta il coprifuoco da coronavirus: strade vuote dalle 21

L'Europa travolta dalla seconda ondata di coronavirus: la scorsa settimana il numero di casi segnalati è stato quasi tre volte superiore rispetto a marzo. Scattato in Francia coprifuoco dalle 21 alle 6. Parigi cerca di consolarsi studiando tutti i possibili escamotage per non rinunciare alla vita sociale che la pandemia, per la seconda volta in un anno, sta per azzerare. Nei ristoranti della capitale, si parla di cene "all'orario inglese", le 18, massimo le 19. Per molti locali è l'unica soluzione per non chiudere, dal momento che non ce la farebbero a sostenere le spese di apertura e di personale lavorando soltanto a pranzo.

 

"Siamo sopraffatti dall'improvvisa accelerazione dell'epidemia, da un virus che sembra prendere forza con l'abbassarsi delle temperature", si è rammaricato il leader francese. "Tutti in Europa siamo sorpresi dall'evoluzione del virus. Alcuni Paesi hanno adottato misure più severe prima, ma siamo tutti allo stesso punto". "Qualunque cosa facciamo, 9.000 pazienti saranno in terapia intensiva entro metà novembre. Ci stiamo organizzando per affrontarlo", ha detto Macron.

 

Coronavirus, nuove restrizioni in Francia: divieti a Marsiglia e Parigi

Nella regione di Marsiglia, fino ad Aix-en-Provence (zona dichiarata di "allerta massima"), sono scattate le misure restrittive decise dal governo francese per contrastare la pandemia di coronavirus. La misura sarà operativa per 15 giorni. Anche Parigi ha reso operative le nuove disposizioni sulla chiusura dei bar e sul divieto di vendere bevande alcoliche dopo le 22. Restrizioni sono scattate anche in tutto il nord della Francia.

 

"400mila morti in più se non facciamo nulla" Macron ha evocato lo scenario di "almeno 400mila morti in più entro qualche mese se non facciamo nulla contro il coronavirus". "Alcune regole cambieranno. I nostri figli non possono essere privati del contatto con il sistema scolastico. Asili nido, scuole, licei rimarranno aperti con protocolli sanitari rafforzati", ha annunciato Macron. Le università chiuderanno e le lezioni saranno online. Per quanto riguarda le aziende, "lo smart working sarà generalizzato dove possibile. L'attività proseguirà più attivamente in alcuni settori. Il governo sosterrà le piccole imprese che inizieranno una transizione digitale".

 

"I negozi definiti a primavera come non essenziali, in particolare bar e ristoranti, resteranno chiusi", ma "l'economia non deve né fermarsi, né crollare". "L'attività continuerà con maggiore intensità, il che significa che gli sportelli dei servizi pubblici resteranno aperti, come anche le fabbriche e le aziende agricole. Uffici e lavori pubblici continueranno a funzionare".

 

Covid, Parigi entra in zona "scarlatta" per l'emergenza contagi: locali chiusi


Il presidente ha indicato anche che le frontiere esterne resteranno chiuse "con alcune eccezioni". "I francesi dall'estero potranno tornare. Verranno implementati test rapidi. Nessun viaggiatore potrà tornare sul suolo francese se non siamo sicuri che non sia portatore del virus", ha chiarito. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali