FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid, in Francia e Germania torna il lockdown ma scuole aperte | Trump: "Loro chiudono, noi no"

I Paesi europei chiudono di nuovo per fronteggiare la seconda ondata, anche se scelgono di non ricorrere alla didattica a distanza. Intanto negli Usa 83.757 casi in 24 ore: nuovo picco da inizio pandemia

Tgcom24

Torna in Europa l'incubo lockdown. Francia e Germania hanno annunciato un nuovo periodo di chiusura. Trump: "Loro chiudono, noi no". I tedeschi hanno optato per misure più morbide con stop per un mese di cinema, teatri, palestre e altri luoghi di aggregazione sociale. In entrambi i Paesi, però, le scuole resteranno aperte. Situazione preoccupante anche in Gran Bretagna, ma il governo insiste sul fatto che il lockdown non sia la risposta corretta.

Francia - Sono 47.637 i contagi di giovedì in Francia, dove venerdì scatta il lockdown per la seconda volta dall'inizio della pandemia. Una chiusura che durerà almeno fino al primo dicembre e i cui dettagli sono stati illustrati, durante una conferenza stampa, dal premier francese Jean Castex. Le frontiere interne all'Unione europea resteranno aperte, ma chiunque vorrà arrivare sul territorio francese dovrà mostrare un test negativo effettuato nelle 72 ore precedenti oppure dovrà farlo all'arrivo. Inoltre, non è possibile "viaggiare all'interno del territorio nazionale, nemmeno spostarsi nelle seconde case", ha aggiunto Castex.

 

Non si può andare oltre un chilometro da casa e gli spostamenti, limitati a un'ora. Si potrà uscire per portare i figli a scuola, che resterà aperta, fare attività fisica o per passeggiate con gli animali domestici. Per quanto riguarda lo sport all'aria aperta, sono consentite solo le pratiche individuali come il jogging, mentre le palestre resteranno chiuse. Per tutto il periodo di chiusura, non sarà possibile fare visita ad amici e parenti e saranno vietati gli assembramenti. Restano, però, aperti parchi, giardini e spiagge. Ritorna l'autocertificazione, da esibire necessariamente durante gli spostamenti.

 

Il premier francese ha inoltre incoraggiato al ricordo massiccio dello smartworking: "Ovunque sia possibile, il telelavoro dovrà essere la regola". Resteranno, però, aperti gli sportelli degli uffici pubblici.

 

Germania - La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha definito la situazione in Germania "drammatica" e ha spiegato che "minimizzare il Covid in modo populista è irresponsabile". Per constrastare la diffusione del virus, chiuderanno per un mese cinema, teatri, palestre e altri luoghi di aggregazione sociale. Bar e ristoranti continueranno a lavorare ma solo per il servizio d'asporto. Aperti, invece, i negozi, che dovranno adottare nuove misure di distanziamento: un cliente ogni 10 metri quadrati. Anche in Germania le scuole resteranno aperte, così come in Francia.

 

Trump - "Francia e Germania non stanno andando bene. Noi vogliamo il loro bene ma stanno chiudendo. Noi invece non chiuderemo". E' quanto ha detto il presidente americano, Donald Trump, nel comizio elettorale di Tampa, Florida, sottolineando il rimbalzo delle crescita negli Usa nel terzo trimestre con il Pil nell'ultimo trimestre a +33,1%. Intanto gli Stati Uniti hanno registrato 83.757 nuovi casi nelle ultime 24 ore. Si tratta della cifra più alta da quando è iniziata a gennaio la pandemia. In totale gli Usa hanno superato i nove milioni di casi di coronavirus.

 

Coronavirus, Trump e l'avversione alla mascherina: poche volte usata in pubblico

Donald Trump non è mai stato un supporter della mascherina come arma contro il Coronavirus. Ha sempre preferito condurre una linea spavalda. Solo nelle ultime settimane aveva in parte modificato la propria strategia. E la mascherina è diventata argomento anche nel primo dibattito televisivo col suo antagonista alle presidenziali, Joe Biden. Trump aveva deriso Biden per aver indossato la mascherina e aveva detto: "Non indosso mascherine come lui. Ogni volta che lo vedi, ha una mascherina. Potrebbe parlare a 200 piedi (circa 60 metri) di distanza e si presenterebbe con la mascherina più grande che abbia mai visto". Tre giorni dopo la situazione cambia, Trump risulta positivo al Covid e ora invita gli americani a indossarla.

Gran Bretagna - Preoccupazione anche in Gran Bretagna, dove il 29 ottobre si sono registrati 23.065 nuovi contagi e 280 decessi. Il governo, però, insiste sul fatto che un lockdown non è la risposta corretta contro il virus. Sorvegliato speciale è ancora il Galles, che mantiene l'obbligo di confinamento rigido fino al 9 novembre.

 

Covid, Gb: Johnson "chef d'eccezione" in un ospedale di Reading

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha visitato il Royal Berkshire Hospital a Reading nel pieno dell'emergenza Covid in compagnia della star dei fornelli sudafricana Prue Leith. In sala mensa, il premier si è cimentato ai fornelli con l'obiettivo di pubblicizzare una nuova campagna di modernizzazione dei menù negli ospedali della Gran Bretagna. "Nelle mense di tutto il Paese il cibo sarà migliorato, il che significa pasti più gustosi e nutrienti per pazienti e personale", si legge sull'account ufficiale di Downing Street.  

Spagna - Proroga di altri sei mesi dello stato di emergenza in Spagna, dove, secondo uno studio scientifico condiviso dai ricercatori di Basilea e Valencia, quest'estate si sarebbe sviluppata una variante del Covid ad alto impatto sulla popolazione, poi diffuso in tutta Europa attraverso i turisti ritornati nei loro Paesi al termine del soggiorno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali