FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid-19, Pompeo accusa di nuovo la Cina: "Ha coperto l'origine del virus, primi casi tra i ricercatori di Wuhan"

Lʼattacco del segretario di Stato americano arriva mentre il team internazionale dellʼOms si trova nella città primo focolaio per esaminare le radici della pandemia

Wuhan, ecco il laboratorio da dove potrebbe essere "scappato" il Covid-19

Nuove accuse degli Usa contro la Cina, ritenuta responsabile di aver nascosto la verità sull'origine del coronavirus. L'attacco, sferrato dal segretario di Stato Mike Pompeo, arriva mentre il team internazionale dell'Oms si trova a Wuhan per esaminare le radici della pandemia. Secondo Pompeo, malattie simili al Covid-19 circolavano già nell'autunno 2019 tra i membri dell'istituto di virologia di Wuhan, dove il virus è stato individuato.

"Il governo degli Stati Uniti - ha dichiarato Pompeo - ha ragione di pensare che più ricercatori all'interno dell'istituto di virologia di Wuhan si siano ammalati nell'autunno del 2019, prima dell'identificazione del primo caso dell'epidemia con sintomi compatibili". Ha quindi esortato l'equipe dell'Oms a "mettere pressione al governo cinese" su "queste nuove informazioni".

 

 

Ciò entra in contraddizione con quanto detto dalla Cina a proposito dei presunti contagi nel personale dell'Istituto di Wuhan. Il ricercatore Shi Zhengli dichiarò che non c'erano infezioni tra il personale e gli studenti dell'istituto. "Pechino continua a nascondere queste informazioni vitali di cui gli scienziati hanno bisogno per proteggere il mondo da questo virus mortale", ha accusato Pompeo.

 

"Per più di un anno - ha sottolineato Pompeo - il Partito comunista cinese ha sistematicamente impedito un'indagine trasparente e approfondita sull'origine della pandemia, scegliendo invece di dedicare enormi risorse all'inganno e alla disinformazione. Quasi due milioni di persone sono morte. Le loro famiglie meritano di conoscere la verità. Solo attraverso la trasparenza possiamo apprendere cosa ha causato questa pandemia e come prevenire quella successiva".

 

"Il governo degli Stati Uniti - ha aggiunto - non sa esattamente dove, quando o come il virus sia stato inizialmente trasmesso agli esseri umani. Non abbiamo determinato se l'epidemia sia iniziata attraverso il contatto con animali infetti o sia stato il risultato di un incidente in un laboratorio a Wuhan. Un incidente di laboratorio potrebbe assomigliare a un'epidemia naturale se l'esposizione iniziale includesse solo pochi individui e se fosse aggravata da un'infezione asintomatica".

 

"Le infezioni accidentali nei laboratori - ha evidenziato Pompeo - hanno causato diverse epidemie in Cina e altrove, inclusa un'epidemia di Sars nel 2004. Pechino ha impedito a giornalisti indipendenti, investigatori e autorità sanitarie globali di intervistare i ricercatori dell'istituto di virologia di Wuhan, compresi quelli che si sono ammalati nell'autunno del 2019. Qualsiasi indagine credibile sull'origine del virus deve includere interviste a questi ricercatori e un resoconto completo della loro malattia precedentemente non denunciata".

 

Poi un altro affondo: "Per molti anni gli Stati Uniti hanno pubblicamente sollevato preoccupazioni sul lavoro della Cina sulle armi biologiche, che Pechino non ha né documentato né eliminato in modo dimostrabile, nonostante i suoi chiari obblighi ai sensi della Convenzione sulle armi biologiche. Nonostante l'istituto di Wuhan si presenti come un'istituzione civile, gli Stati Uniti hanno stabilito che ha collaborato a pubblicazioni e progetti segreti con l'esercito cinese".

 

"Gli Stati Uniti e altri donatori che hanno finanziato o collaborato alla ricerca civile presso il laboratorio di Wuhan - ha concluso Pompeo - hanno il diritto e l'obbligo di determinare se qualcuno dei nostri fondi per la ricerca è stato deviato a progetti militari cinesi segreti Le rivelazioni di oggi scalfiscono solo la superficie di ciò che è ancora nascosto sull'origine del Covid-19 in Cina. Qualsiasi indagine credibile richiede un accesso completo e trasparente ai laboratori di ricerca di Wuhan".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali