FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, un cardinale cinese accusa Pechino: "Il Partito comunista cinese è colpevole per la pandemia"

Lʼarcivescovo di Yangon attacca le autorità del Paese per aver messo a tacere medici, giornalisti e intellettuali che già in dicembre lanciavano lʼallarme. "Il popolo cinese la prima vittima del regime"

“Il regime del Partito comunista cinese è il primo responsabile” della pandemia da coronavirus. “Ciò che ha fatto e ciò che non ha fatto” sta provocando “danni in tutto il mondo” e a pagare il conto più salato è “il popolo cinese, prima vittima” del virus e  anche “prima vittima di questo regime repressivo”. A lanciare l'accusa è il cardinale Charles Bo, arcivescovo di Yangon, in una dichiarazione pubblicata sul sito della sua diocesi. 

Per la prima volta dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, originata a Wuhan nella regione dell'Hubei, un'alta carica ecclesiale si scaglia contro il regime cinese ritenendolo responsabile in tutto il mondo per i danni umani ed economici che la pandemia sta provocando.

 

Accusando in modo diretto “l’uomo forte Xi [Jingping]”, il cardinale Bo ricorda il modo in cui le autorità hanno messo a tacere dottori, giornalisti e intellettuali che lanciavano l’allarme già in dicembre, attendendo fino al 23 gennaio prima di isolare Wuhan e l’Hubei. Citando uno studio dell’università di Southampton, Bo dice che “se la Cina avesse agito in modo responsabile una, due o tre settimane prima, il numero dei contagiati dal virus sarebbe stato minore rispettivamente del 66%, dell’86% e del 95%”.

 

Partendo dalle accuse di aver provocato la pandemia e dalle richieste di “scuse e del pagamento dei danni per le distruzioni causate”, il porporato svolge un esame sulla “criminale negligenza e repressione” del regime comunista cinese, che opprime la libertà religiosa, distrugge migliaia di chiese, rinchiude in campi di lavoro forzato i musulmani, pratica espianto di organi, sopprime le libertà di avvocati, dissidenti, intellettuali. Insomma, Bo sottolinea che il Partito comunista cinese è una minaccia per il mondo intero e mette in guardia popoli e leader politici dal Paese in cui vive.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali