FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, nuova allerta a Wuhan: "State a casa, rischio resta alto"

Il "rimbalzo" dellʼepidemia è ancora dietro lʼangolo. Ma la gente ricomincia anche a prendere i mezzi pubblici

Coronavirus, il lento ritorno alla normalità di Wuhan

Nuova allerta a Wuhan, in Cina. Ai residenti della città epicentro del Covid-19 è stato chiesto di rafforzare "le misure di auto-tutela", restando a casa per scongiurare la ripresa dei contagi. Il segretario del Partito comunista locale, Wang Zhonglin, ha detto che "il rischio di rimbalzo della pandemia resta alto a causa di fattori interni ed esterni". La città allenterà l'8 aprile lo stop ai viaggi in uscita.   Segui tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

Pur se azzerati i nuovi contagi a Wuhan, Wang ha osservato che i compound residenziali dovrebbero restare vigili sul rispetto delle misure contro il coronavirus. L'allerta cade mentre la Cina, che sembra aver messo sotto controllo la pandemia in due mesi grazie alle misure draconiane adottate con il blocco produttivo e agli spostamenti, si prepara a onorare i primi "14 martiri" caduti in prima linea nell'Hubei durante la guerra contro il Covid-19. Il programma prevede, ha riferito la Xinhua, che domani sia osservato un silenzio di tre minuti alle 10 locali (le 4 in Italia) in tutto il Paese, mentre "si solleveranno nell'aria le sirene e di clacson delle automobili, treni e navi attenderanno in lutto".

 

LE STRADE DI WUHAN PRIMA E DOPO LA QUARANTENA

 

 

Pur dichiarata vinta la guerra, la leadership di Pechino è molto prudente su una seconda ondata, tra contagi di ritorno e asintomatici. Ieri sono stati registrati 31 nuovi casi, di cui 29 importati (saliti a 870) e 2 domestici, uno nel Liaoning e uno nel Guangdong. La Commissione sanitaria nazionale ha rilevato 4 ulteriori decessi, tutti nell'Hubei, per totali 3.322. I contagi certi sono cresciuti a 81.620, di cui 1.727 persone ancora in cura e 76.571 dimessi dopo la guarigione. Sono 60 i nuovi asintomatici, di cui 7 importati: attualmente, sono 1.027 i casi sotto osservazione, inclusi 221 dall'estero.

 

Coronavirus, a Milano auto in coda per i controlli di carabinieri ed esercito

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali