FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Coronavirus, il numero dei guariti supera di 4 volte quello dei nuovi casi | Le vittime sono 161 | A Milano 8 positivi

I governatori e Conte contro la movida. Zaia: "Nuove regole per gli happy hour" e Fontana: "Richiuderemo se la curva risale"


Milano, ambulanti e tassisti protestano davanti alla sede della Regione

Protesta dei tassisti e degli ambulanti milanesi nei pressi della sede della Regione Lombardia. Un modo per far sentire la loro voce, spiegano, dal momento che si sentono "abbandonata dalle istituzioni".

Sono saliti a 132.282 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.881. Lo ha reso noto la Protezione civile. Il dato di oggi supera di quattro volte il numero dei nuovi positivi che tocca quota 665 (in totale 227.364). Le vittime sono 161 in più rispetto a martedì (in totale 32.330). In Lombardia in calo i nuovi contagi: 294 casi, contro i 462 di martedì, di cui solo 8 a Milano città. Calano ancora i ricoveri e le terapie intensive. "Se la curva risale torna il lockdown": è il monito dei governatori.   

  • 20 mag

    Rientrano italiani bloccati su navi crociera

    Tornano in Italia i connazionali bloccati sulle navi da crociera della società Royal Caribbean ferme al largo della Florida. La "Freedom of the Seas" è in navigazione verso le Barbados, dove arriverà presumibilmente il 23 maggio. Da lì i 57 italiani a bordo saranno trasferiti tramite voli charter a Londra, da dove potranno rientrare in Italia. Anche le navi "Majesty of the Seas" ed "Empress of the Seas" sono in navigazione verso Southampton con arrivo previsto a inizio giugno e con successivo analogo rimpatrio via voli charter. Lo rende noto la Farnesina.

  • 20 mag

    Coronavirus, il bilancio in Italia - VIDEO

  • 20 mag

    Fase 2, è caos movida - VIDEO

  • 20 mag

    Immuni, pronto il tracciamento Apple-Google

    La tecnologia di tracciamento del contagio da coronavirus "è da oggi nelle mani delle autorità' sanitarie di tutto il mondo, con cui abbiamo lavorato e che decideranno come usarla". Lo rendono noto Apple e Google che lavorano insieme al progetto dal 10 aprile. Il sistema è stato richiesto da 22 Paesi, tra cui l'Italia, la sua ufficializzazione preclude al lancio dell'app Immuni. La componente fondamentale è la notifica di esposizione al contagio che userà il blutooth e sarà "volontaria, anonima e rispettosa della privacy".

  • 20 mag

    Meno di un caso ogni 100 tamponi, è il dato più basso

    Mai cosi' bassa la percentuale dei positivi sui tamponi effettuati: con 665 nuovi contagi su 67.195 test effettuati nelle ultime 24 ore si tratta dello 0,98%. Meno di un infettato dal coronavirus ogni 100 tamponi, insomma. Se si escludono i casi di tamponi ripetuti, oltre il 40% del totale, e si valutano solo i nuovi casi testati, la percentuale sale all'1,7%, comunque su livelli minimi (il 26 aprile era al 9,6%). CLICCA E GUARDA LA MAPPA DEI CONTAGI

  • 20 mag

    In Svezia il più alto tasso di morti al mondo

    La Svezia ha superato la Gran Bretagna, l'Italia e il Belgio per ciò che riguarda il più alto tasso di mortalità pro capite per coronavirus nel mondo. Lo riferisce il Daily Telegraph online citando i dati raccolti dal sito web Our World in Data, secondo cui la Svezia ha avuto 6,08 decessi per milione di abitanti al giorno su una media mobile di sette giorni tra il 13 maggio e il 20 maggio. Questo, secondo la stessa fonte, è il più alto del mondo, al di sopra del Regno Unito, del Belgio e degli Stati Uniti, che hanno rispettivamente
    5,57, 4,28 e 4,11.
     

  • 20 mag

    In Italia 665 nuovi casi e altri 2.881 guariti

    Sono saliti a 132.282 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.881. Martedì l'aumento era stato di 2.075. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile. I contagiati totali sono 227.364, 665 più di ieri. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. Ieri l'incremento nazionale era stato di 813. Quattro regioni e una provincia autonoma non fanno registrare nuovi casi: Umbria, Valle d'Aosta, Molise, Basilicata e Provincia autonoma di Bolzano.

  • 20 mag

    Coronavirus, 8 regioni senza nuove vittime in ultime 24 ore

    Otto regioni non hanno fatto registrare vittime per il coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, in base ai dati della Protezione civile. Si tratta di Trentino Alto Adige, Sicilia, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d'Aosta, Basilicata e Molise.

  • 20 mag

    Totale delle vittime in Italia sale a 32.330: +161 in 24 ore

    Sono 161 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia. In totale i morti salgono così a 32.330. Ieri l'aumento era stato di 162 vittime. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile. Sono invece 62.752 i malati, 2.377 meno di ieri, quando il calo era stato di 1.424.

  • 20 mag

    A Milano città solo 8 nuovi casi

    Sono solo 8 i nuovi casi positivi registrati nella città di Milano, mentre sono 48 nell'intera provincia, dove si registra un totale di 22.372 contagiati, di cui 9.425 a Milano città. Ieri c'era stato un incremento di 102 casi in provincia, di cui 49 a Milano città, con oltre 3000 tamponi processati in più (14.918 ieri, 11.508 oggi). Sotto controllo la situazione nelle altre province lombarde, con 26 nuovi casi a Bergamo (12.633 in totale), 50 a Brescia (14.199) e a Monza e Brianza (5.388) e 11 a Lodi (3.380).

     

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali