FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Brittney Griner liberata dai russi, scambio di prigionieri

Biden: "Ho parlato con lei, è al sicuro, in aereo, torna a casa". Nell'accordo esce di prigione negli Usa il trafficante di armi Viktor Bout. Lo riporta Cbs citando un funzionario dell'amministrazione

Tgcom24

Brittney Griner, la cestista americana detenuta da mesi in Russia, è stata liberata nell'ambito di uno scambio di prigionieri con il trafficante di armi Viktor Bout.

Lo riporta Cbs citando un funzionario dell'amministrazione. "Ho parlato con Brittney Griner. È al sicuro, è in aereo, sta tornando a casa", ha scritto su Twitter il presidente americano Joe Biden. Bout è già arrivato in Russia. Lo ha riferito la tv russa. "Tutto ok", ha detto il trafficante di armi alla sua famiglia al telefono dopo l'atterraggio nel Paese.

Lo scambio di prigionieri è avvenuto all'aeroporto di Abu Dhabi - L'accordo di scambio di prigionieri negoziato con Mosca nelle ultime settimane, secondo le fonti della Cbs, ha ricevuto l'approvazione definitiva dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden proprio negli ultimi sette giorni. Lo scambio è avvenuto negli Emirati Arabi Uniti - all'aeroporto di Abu Dhabi - Paese del Golfo che in altre occasioni ha svolto da piattaforma per lo scambio di prigionieri fra Russia e Ucraina.

 

Brittney Griner in tribunale ascolta la sentenza della sua condanna

 

Ridotta la pena di Bout, resta in carcere in Russia Paul Whelan - Per ottenere il rilascio di Griner, il presidente Biden ha ordinato che Bout venisse liberato e riportato in Russia. Stando alle fonti della Cbs, Biden avrebbe firmato l'ordine di commutazione che ha ridotto la pena detentiva federale di 25 anni di Bout. Resta invece in carcere in Russia il marine statunitense in congedo Paul Whelan, che si trova in stato di detenzione da quasi quattro anni. Whelan è stato condannato per accuse di spionaggio che gli Stati Uniti hanno definito false.

 

Viktor Bout, "il mercante di morte" - Viktor Bout, il prigioniero russo scambiato con Brittney Griner, è un famigerato trafficante di armi conosciuto anche come 'The merchant of death' (il Mercante di morte) e ha ispirato il personaggio interpretato da Nicolas Cage nel film 'Lord of War' (Il signore della guerra). È stato condannato a 25 anni nel 2012 dopo una travagliata estradizione dalla Thailandia. Ex ufficiale dell'aeronautica sovietica e forse anche ex agente del Kgb (ma lui nega), dopo il crollo dell'Urss il camaleontico e poliglotta Bout aveva messo in piedi una flotta di aerei che riforniva di armi mezzo mondo.
 

 

 

Griner era stata condannata a nove anni per possesso di meno di un grammo di olio di cannabis - L'accordo arriva in un momento di forti tensioni tra i due Paesi a causa della guerra in Ucraina. Griner, due volte medaglia d'oro olimpica, era in carcere da mesi per accuse legate alla droga. In agosto l'atleta era stata condannata a nove anni di prigione per possesso di meno di un grammo di olio di cannabis.

 

Biden: Griner a casa entro 24 ore, faremo il massimo per riportare a casa Paul Whelan - Joe Biden ha ringraziato gli Emirati Arabi per aver "facilitato" lo scambio di prigionieri tra Usa e Russia. Poi ha annunciato che Britney Griner tornerà in Usa nelle prossime 24 ore, sottolineando che "è stato un inferno" per la cestina e la sua famiglia. È "di buon umore" ma ha subito "traumi" e avrà bisogno di tempo per riprendersi". Infine, ha promesso di fare il possibile anche per riportare a casa anche Paul Whelan. 

 

Famiglia Whelan: "Contenti per Griner ma devastati per Paul" - Il fratello di Paul Whelan, David Whelan, si dice contento del fatto che Brittney Griner stia tornando a casa ma non nasconde la frustrazione. "Da famiglia che ha un ostaggio in Russia posso solo immaginare la gioia", ha detto descrivendo la famiglia comunque come devastata dal fatto che Paul Whelan non sia stato incluso nello scambio di prigionieri.

 


Paul Whelan: per me non è stato fatto abbastanza - Paul Whelan ha riferito di essere "fortemente deluso che non sia stato fatto di più per garantire il mio rilascio", dopo lo scambio di prigionieri che ha consentito la liberazione della cestista Brittney Griner. Lo riferisce la Cnn. Il cittadino americano, condannato a 16 anni per spionaggio, ha detto di essere stato arrestato per un crimine che non è mai accaduto e di non capire perché è ancora in cella. Poi ha aggiunto di voler parlare direttamente con il presidente Biden.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali