FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Birmania, arrestato un famoso attore del Paese: protestava contro golpe | Militari danno la caccia a 100 personalità

Il bilancio delle vittime civili continua ad aumentare: siamo a 600 morti in pochi giorni

Birmania, arrestato l'attore Paing Takhon

Uno tra i principali attori birmani, il 24enne Paing Takhon, sostenitore delle proteste anti golpe, è stato arrestato dalle forze di sicurezza del Paese: lo riportano i media locali, secondo cui la giunta sta dando la caccia in questi giorni a oltre 100 personalità dello spettacolo che si sono schierate contro i militari. Sale il bilancio delle vittime: siamo a quasi 600 morti civili.

Paing Takhon, che oltre a partecipare alle proteste personalmente era anche attivo sui social prima che le autorità chiudessero i suoi account, è stato arrestato mentre si trovava a casa di sua madre nell'area di North Dagon a Yangon. Intanto i militari hanno pubblicato una lista di circa 120 personaggi dello spettacolo ricercati.

 

Bilancio vittime sfiora quota 600, migliaia gli arrestati - Il bilancio dei morti dall'inizio delle proteste anti golpe in Birmania ha sfiorato quota 600:  lo riporta l'Associazione per l'assistenza ai prigionieri politici (Aapp). Secondo l'organizzazione no profit per la difesa dei diritti umani basata in Thailandia, nella giornata di mercoledì sono state uccise 12 persone, mentre altre cinque che avevano perso la vita nei giorni scorsi ma non erano state conteggiate sono state aggiunte al totale: i nuovi dato portano il totale delle vittime a quota 598. Attualmente, inoltre, 2.847 persone sono in carcere. Anche l'Onu lancia l'allarme su un possibile bagno di sangue imminente se la situazione continuerà a degenerare.

 

Ambasciatore in Gb: "Occupata da militari ambasciata a Londra" - L'ambasciatore della Birmania nel Regno Unito, Kyaw Zwar Minn, ha dichiarato che militari birmani hanno "occupato" l'ambasciata. "Quando ho lasciato l'ambasciata - ha detto il diplomatico Minn al 'Daily Telegraph' - hanno fatto irruzione all'interno e l'hanno presa. Sono dell'esercito del Myanmar". "Hanno detto che hanno ricevuto istruzioni dalla capitale, quindi non mi lasceranno entrare", ha aggiunto l'ambasciatore che si era schierato pubblicamente a contro il golpe.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali