FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Aquarius, i 58 migranti a bordo sono sbarcati a Malta

In virtù dellʼaccordo raggiunto il 25 settembre, gli immigrati saranno trasferiti in Francia, Germania, Spagna e Portogallo. Ennesimo naufragio nel Mar Egeo: almeno cinque le vittime

Dopo essere stati trasferiti a bordo di una nave militare maltese in acque internazionali, i 58 migranti della nave Aquarius sono sbarcati a Malta. Tra loro anche un cane, il primo "migrante". Lo rende noto il governo di La Valletta. In base all'accordo stretto il 25 settembre tutti i migranti saranno trasferiti "nei prossimi giorni" in altri quattro Paesi europei: Francia, Germania, Spagna e Portogallo.

Tra i profughi figurano sette nuclei familiari e 18 bambini. "La Aquarius è costretta a rientrare al porto per gestire la questione registrazione", ha precisato Medici senza frontiere, facendo riferimento alla revoca dell'iscrizione dal registro navale di Panama. "Al momento nella zona non ci sono imbarcazioni impegnate nelle operazioni di ricerca e salvataggio, nessun testimone. La persone in fuga dalla Libia continueranno a morire".

Intanto si registra l'ennesima tragedia nel Mar Egeo, dove almeno cinque migranti sono morti in seguito al naufragio di un'imbarcazione. L'incidente è avvenuto al largo della città turca di Enez durante una tempesta. Non è ancora chiaro quanti profughi si trovassero a bordo della barca che si è capovolta. Le squadre di soccorso stanno setacciando la zona alla ricerca di eventuali sopravvissuti o cadaveri.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali