FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Antartide, 55enne accoltella il collega scienziato: "Mi svelava la fine dei gialli"

Sergey Savitsky ha aggredito il 52enne Oleg Beloguzov che ora si trova in terapia intensiva, ma non è in pericolo di vita

Antartide, 55enne accoltella il collega scienziato: "Mi svelava la fine dei gialli"
Sulla sinistra la vittima Oleg Beloguzov, a destra l'aggressore Sergey Savitsky

Quando si guarda una serie tv o si legge un libro avvincente stare lontani dagli spoiler, le anticipazioni indesiderate, diventa quasi impossibile. Spesso gli amici si divertono a svelarci particolari non richiesti facendoci andare su tutte le furie. Lo stesso è successo nella remota base di King George Island, in Antartide. Qui lo scienziato Oleg Beloguzov, 52 anni, svelava continuamente al suo collega Sergey Savitsky, di 55 anni, la fine dei gialli che stava leggendo. Finché un giorno non l'ha fatto infuriare così tanto che il 55enne ha preso un coltello in mano e l'ha piantato nel petto del collega scienziato.

E' successo lo scorso 9 ottobre. Savitsky per passare i mesi solitari nella stazione di Bellingshausen aveva deciso di immergersi nella lettura di libri appartenenti al genere dei gialli, ma il suo collega Beloguzov gli rovinava sempre il finale. Dopo diverse liti, il 55enne si è arrabbiato e ha accoltellato il suo collega. Beloguzov è stato trasportato nell'ospedale più vicino, in Cile, dove è ricoverato in terapia intensiva. I due convivevano da quattro anni nella stessa struttura. E secondo fonti investigative lo spoilering dei gialli è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, ma ad influire sul raptus aggressivo è stata anche l'alienazione e la vita in mezzo al nulla. E forse anche l'alcol. 

"Sono entrambi scienziati professionali che hanno lavorato a lungo in queste regioni e nelle nostre basi: gli investigatori riveleranno cosa ha scatenato la furia", ha risposto alla stampa il direttore dell’Arctic and Antarctic Research Institute, Alexander Klepikov. La stazione, creata dai sovietici nel 1968, è collocata in una delle poche regioni temperate dell’Antartide. I ricercatori non hanno molte attività su cu contare per trascorrere le ore: guardare due canali televisivi russi, fare ginnastica e leggere libri e manuali della biblioteca. Nella stazione di ricerca è presente anche una chiesa ortodossa russa con personale ecclesiastico permanente. Savitsky è stato portato a San Pietroburgo il 22 ottobre scorso, con l’accusa di tentato omicidio. "Sì, l’ho accoltellato, non ne potevo più, ma non volevo ucciderlo", ha detto l'arrestato, ora ai domiciliari in attesa del processo a suo carico che dovrebbe iniziare il prossimo 8 dicembre. Savitsky ha detto di "essere rammaricato per ciò che è successo"  e sta collaborando con gli inquirenti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali